Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, non ce l’ha fatta l’alpino Adriano Furlan: “Ti ricorderemo sempre per la tua disponibilità”

Il ricordo del gruppo alpini di Lizzanella: “Con la tua immancabile macchina fotografica hai immortalato innumerevoli manifestazioni e cerimonie, che grazie a te non saranno mai dimenticate”

Pubblicato il - 27 marzo 2020 - 20:57

ROVERETO. Purtroppo salgono ancora le vittime trentine del coronavirus, questa volta a soccombere alla malattia è stato un roveretano 78enne.  “Il 26 marzo è ‘andato avanti’ l'alpino e amico Adriano Furlan – scrive un conoscente su Facebook che poi aggiunge – uomo buono e generoso, sempre disponibile e affidabile, un punto di riferimento per tutta la nostra Lizzanella, un esempio meritorio per tutto il Gruppo Alpini del nostro paese e del Trentino”.

 

Infatti Adriano Furlan, classe 1942, era un alpino e per anni aveva fatto parte del direttivo del gruppo Alpini Lizzanella che ha voluto commemorarlo con un messaggio postato sui social: “Per tanti anni sei stato una colonna portante della nostra sezione – scrivono – te ne sei andato troppo velocemente e purtroppo non possiamo salutarti come meriti”.

 

 

L’alpino si era preso cura in particolare della baita del Gruppo trasformandola in un luogo di aggregazione al servizio della comunità: “Ti ricorderemo sempre per la tua disponibilità, i tuoi modi garbati e la tua allegria”.

 

Furlan per molto tempo aveva coltivato la passione per la fotografia, tanto che spesso teneva con sé una fotocamera: “Con la tua immancabile macchina fotografica – ricordano sempre gli amici alpini – hai immortalato innumerevoli manifestazioni e cerimonie che grazie a te non saranno mai dimenticate”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 19:22

L'allerta è scattata alle 16.30 di oggi lungo la strada statale 237 all'altezza del centro abitato di Ponte Arche. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanze, elicottero, vigili del fuoco di Lomaso e polizia delle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato