Contenuto sponsorizzato

Dopo l'infortunio di un operaio, i lavoratori del tunnel del Brennero incrociano le braccia. Fillea/Cgil: "Fatti inaccettabili. Pretendiamo tutela salute"

Dopo che nei giorni scorsi il cantiere del tunnel del Brennero è stato al centro di un incidente, oltre all'apertura di un'indagine sugli appalti, i lavoratori hanno deciso di incrociare le braccia per tutta la giornata, protestando contro le condizioni di lavoro poco rispettose dei protocolli di sicurezza

Pubblicato il - 08 giugno 2020 - 10:08

BOLZANO. Braccia incrociate per i lavoratori del tunnel del Brennero. A seguito di un incidente avvenuto nelle ultime ore ai danni di un operaio, assieme al sindacato Fillea/Cgil è stato proclamato lo sciopero di 8 ore al cantiere della BBT. A lanciare l'allarme sulle condizioni di lavoro sono stati i segretari delle sezioni di Bolzano Irmgard Gamper e di Belluno Marco Nardini, dopo che l'infortunio di un dipendente avrebbe potuto concludersi in maniera ben più tragica.

 

Questi fatti sono inaccettabili – hanno dichiarato i due sindacalisti – e fanno parte di una serie di problematiche riguardanti salute e sicurezza del cantiere che più volte abbiamo segnalato ad azienda e committenza. Ci attiveremo nelle prossime ore per chiedere alla prefettura l'immediata convocazione del tavolo previsto dal protocollo di legalità, al fine di rappresentare le criticità emerse a tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione dell'opera e alle autorità preposte al controllo. Rivendichiamo l'applicazione di tutte le misure utili a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori impegnati nell’opera”.

 

Lo sciopero durerà dalle 6 di questa mattina per tutta la giornata lavorativa. Nei giorni scorsi, tra l'altro, la Procura della Repubblica di Trento ha aperto un'inchiesta per presunte irregolarità negli appalti anche del tunnel del Brennero. 8 gli indagati, tra cui Konrad Bergmeister, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano nonché ex amministratore di nomina austriaca della società Bbt Se, con reati contestati che vanno dalla turbata libertà degli incanti alla truffa, passando per peculato, falsità materiale e rivelazione del segreto d'ufficio.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato