Contenuto sponsorizzato

Fermati al casello con oltre 2 chilogrammi di stupefacenti: a tradirli il nervosismo di uno dei due uomini, conosciuto dai carabinieri come persona allegra e sorridente

Tre diversi interventi che complessivamente hanno portato al sequestro di oltre 2 chilogrammi di marijuana e alcuni grani di cocaina. Due persone sono state tratte in arresto e altri due ragazzi sono stati denunciati con l’accusa di spaccio

Pubblicato il - 17 maggio 2020 - 15:30

SAN MARTINO BUONALBERGO. Sono stati fermati mentre stavano uscendo dall’autostrada per un normale controllo all’altezza del casello autostradale di Verona Est, poco distante dal comune di Lavagno.

 

I carabinieri hanno capito subito che qualcosa non andava, infatti uno dei due uomini a bordo era conosciuto dai due militari, e in paese, come persona molto allegra e sorridente, eppure questa volta il 43enne era estremamente nervoso.

 

Così i carabinieri hanno deciso si approfondire la questione e ispezionare l’automobile sulla quale viaggiavano due cittadini stranieri di origine nigeriana, uno dei due appunto residente a Lavagno mentre l'altro, 31enne, in Italia senza fissa dimora.

 

 

Già nella fasi iniziali della perquisizione, nonostante la mascherina, i militari hanno sentito all'interno della macchina un odore acre ed inconfondibile di marijuana. In poco tempo sono saltati fuori ben 2 chilogrammi di stupefacente, “sicuramente destinato a rifornire il mercato scaligero”, commentano i militari. I due uomini sono stati quindi tratti in arresto e portati in carcere a Vicenza dove sono rimasti anche dopo la convalida.

 

In un secondo intervento i carabinieri hanno pizzicato un giovane studente con addosso 15 grammi di marijuana, “una quantità non elevata – spiegano – ma sicuramente destinata allo spaccio poiché era suddivisa e confezionata in ben 35 dosi”. Il giovane italiano è stato deferito alla locale Procura per detenzione ai fini di spaccio.

 

Nel frattempo il colleghi della stazione di Monteforte D'Alpone, hanno fermato e controllato un altro giovane, italiano, trovandolo in possesso di 7 grammi di cocaina, suddivisi in dosi e già pronti ad essere venduti. Anche lui è stato denunciato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

27 ottobre - 08:09

Torna a fare paura il maltempo in Alto Adige. Nel corso della notte sono diversi gli interventi dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza diverse zone del territorio provinciale 

27 ottobre - 07:43

Lo schianto è avvenuto nella tarda serata di ieri sulla SS12 all'altezza di Marco di Rovereto e sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Rovereto, i soccorsi sanitari della Stella d'Oro di Ala e la polizia locale per i rilievi  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato