Contenuto sponsorizzato

Giravano su un mezzo pubblico fuori dal proprio Comune e con in tasca dieci grammi di marijuana. Denunciate 3 persone

Continuano i controlli della polizia locale di Trento-Monte Bondone per far rispettare le norme sugli spostamenti in virtù dell'emergenza Coronavirus. 13 le denunce nella giornata di lunedì 30 marzo, di cui 3 nei confronti di due maggiorenni e un minorenne trovati su un mezzo pubblico senza un valido motivo e risultati in possesso di 10 grammi di marijuana

Pubblicato il - 31 March 2020 - 12:45

TRENTO. Nell'ambito dei controlli per il rispetto delle norme sugli spostamenti effettuati dalla polizia locale di Trento-Monte Bondone sul territorio di sua competenza, nella giornata di lunedì 30 marzo sono state controllate 144 persone con la compilazione di altrettante autocertificazioni, con 13 di loro sottoposte a sanzione in virtù della violazione delle disposizioni impartite dal Dpcm.

 

38 esercizi pubblici, inoltre, sono stati oggetto di verifiche, non risultando in alcun caso in violazione del decreto. La maggior parte delle persone controllate e sanzionate andavano a effettuare la spesa nel negozio del sobborgo vicino invece che in quello più vicino alla propria abitazione.

 

Nel pomeriggio, in particolare, un nucleo della polizia locale di Trento-Monte Bondone procedeva a effettuare un controllo su tre cittadini italiani di origini nordafricane. Questi viaggiavano in gruppo su un mezzo di trasporto pubblico in un orario difficilmente compatibile con le motivazioni legate ad impegni lavorativi o ad altri stati di necessità. All'atto del controllo emergeva inoltre come uno fosse residente nel Comune di Trento, mentre gli altri due in un Comune nemmeno confinante con quello del capoluogo.

 

Questi non riuscivano ad addurre alcuna valida giustificazione. A due di loro, appena maggiorenni, veniva contestata la violazione amministrativa, mentre per il terzo, minorenne, la violazione veniva contestata al genitore. Quest’ultimo dichiarava di essere appena tornato dal lavoro, ma da una verifica effettuata telefonicamente emergeva che nella giornata di lunedì non si era recato presso la cooperativa di cui è dipendente.

 

Gli agenti operanti decidevano di approfondire il controllo e nel corso di un’ispezione personale rinvenivano una decina di grammi di sostanza stupefacente, nella fattispecie marijuana. Il giovane, oltre alla violazione amministrativa per essere in un Comune diverso da quello della residenza abituale, verrà segnalato all’Autorità Giudiziaria sia per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio che per aver prodotto una falsa autocertificazione. Al termine dell’attività il minore veniva riaccompagnato presso la propria abitazione e consegnato ai genitori.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 April - 15:08
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Levico Termine e di Pergine che grazie all'intervento immediato sono riusciti a contenere le fiamme [...]
Cronaca
23 April - 13:30
Da lunedì praticamente tutta Italia tornerà gialla e il Governo ha dato un via libera a moltissime riaperture ma per le regioni non è [...]
Cronaca
23 April - 13:50
La rapina è avvenuta il 14 aprile a Gardolo. Due persone con volto coperto hanno aggredito tre giovani facendosi consegnare denaro e cellulari e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato