Contenuto sponsorizzato

Nonostante gli appelli e le ordinanze, tanti i turisti al Nevegal. Auto bloccate nella neve e sanzioni per tutti

Nonostante le ordinanze e i continui appelli, questa mattina, 8 dicembre, la protezione civile si è trovata un piazzale del Nevegal pieno di turisti con sci, ciaspe e slittini in mano. Inutile dire che un sacco di gente si è ritrovata impantanata e ha così tenuto impegnati i soccorsi

Di L.B. - 08 dicembre 2020 - 16:01

BELLUNO. Nonostante le ordinanze e i continui appelli, questa mattina, 8 dicembre, la protezione civile si è trovata un piazzale del Nevegal, pieno di gente con sci, ciaspe e slittini in mano oltre ai parcheggi pieni.

 

Si trattava prevalentemente di turisti che, nonostante le immagini che ritraevano una provincia di Belluno in ginocchio, hanno dato priorità alla loro passeggiata tra la neve per non sprecare il giorno della festa dell'Immacolata.

 

Inutile dire che un sacco di gente si è ritrovata impantanata e ha tenuto impegnati i soccorsi, gli stessi che in questi ultimi giorni hanno lavorato incessantemente (e stanno continuando a farlo) per far fronte all'allerta meteo che ha investito in territorio. 

 

E' stata subito avvisata la Prefettura, sono arrivati i carabinieri che si sono subito messi a fare controlli ed elevare sanzioni. La polizia sta controllando che gli automobilisti diretti verso via Faverghera abbiano adeguate dotazioni invernali sulle auto.

 

"Intanto, la macchina dei soccorsi è in ritardo grazie a queste genialate", è quanto ha commentato il sindaco di Belluno, Massaro.

 

Uno dei numerosi appelli fatti per intimare i turisti a stare a casa e non venire verso la montagna, è stato fatto in seguito a quanto accaduto ad Auronzo (qui articolo). In poche parole, tra i molti furbi che stanno cercando di raggiungere Cortina d'Ampezzo tramite Misurina (essendo l'Alemagna chiusa), alcuni di questi si sono trovati con l'auto in panne tra la neve e quindi hanno dovuto chiamare i soccorsi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

24 gennaio - 19:51

Sono 250 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 37 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 2 decessi, ma si aggiungono le 30 vittime in Rsa. Sono 47 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

24 gennaio - 17:45

Sale il numero dei pazienti in ospedale, stabile quello delle terapie intensive. Altri 2 decessi. Sono state registrate 7 dimissioni e 39 guarigioni nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato