Contenuto sponsorizzato

Ora M49 si trova a Vetriolo, il sindaco di Levico: ''Tenete gli animali domestici in casa e quelli di allevamento nelle strutture. Non abbandonate rifiuti che possano attrarlo''

Si chiede anche agli apicoltori di zona di mantenere alta l'attenzione. Il sindaco di Levico, Gianni Beretta: "Sono a comunicare che il Servizio foreste e fauna-ufficio distrettuale di Pergine Valsugana della Provincia, ci ha avvisato della presenza sul nostro territorio, in località Vetriolo, del noto esemplare di orso bruno M49"

Di Luca Andreazza - 03 aprile 2020 - 16:51

LEVICO. Il plantigrado più ricercato d'Italia continua il suo peregrinare sul lato orientale del Trentino, M49 ora si aggira sul territori comunale di Levico

 

Uscito dal letargo l'orso e alla ricerca di cibo, i primi avvistamenti sono stati segnalati a inizio marzo e in questo periodo si è fatto notare in diverse occasioni. 

 

Qualche danneggiamento nella zona di Castello Molina di Fiemme prima (Qui articolo) e Daiano poi (Qui articolo), quindi si è diretto verso l'Altopiano di Piné: le sue impronte sono state trovate accanto a diverse malghe, mentre a malga Pontara avrebbe bevuto anche una bottiglia d'olio (Qui articolo). 

 

Nei giorni successivi è entrato a malga Cambroncoi in val dei Mocheni (Qui articolo). Ora le tracce portano M49 in zona Levico, in particolare nell'area di Vetriolo. "A nome dell'amministrazione comunale - dice il sindaco Gianni Beretta - sono a comunicare che il Servizio foreste e fauna-ufficio distrettuale di Pergine Valsugana della Provincia, ci ha avvisato della presenza sul nostro territorio, in località Vetriolo, del noto esemplare di orso bruno M49".

 

Le squadre forestali sono già state attivate per tentare di localizzare il plantigrado, mentre il primo cittadino ha firmato una ordinanza per fornire diverse raccomandazioni alla popolazione.

 

"Si raccomanda di mantenere gli animali domestici possibilmente all'interno delle abitazioni e gli animali da allevamento all'interno delle rispettive strutture. Evitare - aggiunge Beretta - di lasciare all'esterno fonti di cibo che possano attrarre il plantigrado (Qui articolo) e mantenere la consona attenzione da parte degli apicoltori che possiedono apiari sul territorio in località Vetriolo".

 

La richiesta è quella di avvisare immediatamente il Servizio foreste e fauna se si dovesse avvistare l'orso o le sue impronte al numero di cellulare 335 7705966.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 aprile - 13:18
Dopo le misure di sicurezza instaurate con il decreto aprile i dati mostrano un miglioramento a livello locale e nazionale (salvo cambiamenti [...]
Cronaca
16 aprile - 15:31
L'impatto è avvenuto poco prima delle 15 tra Avio/Ala e Affi in direzione Sud. Solo ieri un altro drammatico scontro: ancora un tamponamento tra [...]
Cronaca
16 aprile - 11:12
Dopo gli annunci sull'eventuale ripresa a Trento delle attività di ristorazione all'aperto addirittura "entro questa settimana", il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato