Contenuto sponsorizzato

Orsi al Casteller, l'appello del ministro Costa a Fugatti: '' Basterebbe un tratto di penna per liberarli. Dai, presidente, la natura te ne sarà grata''

Sergio Costa in un post su Facebook: "Che gli orsi siano comodamente radiocollarati, per monitorarli, portati in montagna e controllati, in modo che non arrechino danni agli agricoltori e non siano un pericolo per le cittadine e i cittadini”

Pubblicato il - 08 October 2020 - 18:16

TRENTO. “Basterebbe un tratto di penna. Vogliamo che Papillon e gli altri due orsi detenuti siano liberi”. A scriverlo è ancora una volta il ministro Sergio Costa che quest'oggi è tornato sulla situazione degli orsi rinchiusi al Casteller.

 

Nei giorni scorsi la relazione arrivata dai carabinieri (QUI L'ARTICOLO) al cui interno si evidenziavano le gravi condizioni nelle quali i tre orsi M49, M57 e DJ3 vivono hanno portato forti critiche nei confronti della Provincia di Trento.

 

“Laddove non sta arrivando il buon senso, ci stanno pensando le carte dei giudici. Qualche giorno fa, dopo l’apertura di un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Trento – spiega Costa in un post su Facebook - il Presidente della provincia ha ritirato l’ordinanza per nuove catture. Finalmente qualcosa di concreto si sta muovendo a favore degli orsi trentini, e ne sono molto felice”.


Quando sono stati inviati i Carabinieri del Cites al Casteller, spiega il ministro “Speravo proprio in questa serie di risultati positivi concatenati. Ma non mi basta”.

 

Costa torna a chiedere la libertà di Papillon e degli altri due orsi che si trovano rinchiusi nel Casteller. “Il mio - spiega - è un appello al Presidente della provincia, visto che basterebbe un tratto di penna: che gli orsi siano comodamente radiocollarati, per monitorarli, portati in montagna e controllati, in modo che non arrechino danni agli agricoltori e non siano un pericolo per le cittadine e i cittadini”.

 

Gli orsi stanno andando in letargo, conclude il ministro “Hanno bisogno di dormire in natura, nel loro habitat, dove non potranno fare del male a nessuno. Dai, Presidente, la Natura te ne sarà grata”.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
04 dicembre - 05:01
Circa 250 migranti che vivono in Trentino sono stati obbligati a presentarsi in Questura con la scusa di ricevere “importanti comunicazioni [...]
Cronaca
03 dicembre - 18:31
Il giovane ha riportato un violento trauma ed è stato necessario recuperarlo con l'elicottero per portarlo in emergenza all'ospedale di Trento
Cronaca
03 dicembre - 18:47
Il Comitato Una Chance per Chico ha fatto il punto sulle iniziative che verranno messe in campo nelle prossime settimane e nei prossimi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato