Contenuto sponsorizzato

Raffiche di vento, allagamenti, smottamenti e alberi schiantati sulle macchine. Il maltempo colpisce ancora l'Alto Adige

Nella serata di ieri Bolzano e Merano sono stati colpiti ancora una volta dal maltempo. Per oggi la Protezione civile ha emesso un avviso di allerta gialla 

Pubblicato il - 14 agosto 2020 - 10:38

BOLZANO. E' ancora maltempo con allerta gialla per il Trentino Alto Adige. La Protezione Civile ieri ha emesso l’avviso che prevede nel corso della giornata il persistere di precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lombardia, Veneto e sulla provincia di Trento con rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento.

Nelle ultime ore il maltempo ha colpito ancora una volta l'Alto Adige in diverse zone. Violenti temporali accompagnati da forti raffiche di vento si sono abbattuti nei distretti di Merano e Bolzano e i vigili del fuoco hanno effettuato oltre 40 interventi. A Merano, in particolare, la tempesta ha visto raffiche di vento che hanno raggiunto picco di 86 chilometri all'ora.

 

Ci sono stati interventi per liberare strade bloccate da grossi alberi schiantati a terra che,  in alcuni casi , hanno anche danneggiato delle automobili.  Non sono poi mancati allagamenti che hanno interessato cantine e garage.

In val Gardena il torrente Pufler a causa della tanta e forte pioggia si è gonfiato uscendo dagli argini in alcuni punti. Per questo alcune strade sono state chiuse. Sono stati interdetti anche alcuni sentieri escursionistici per il pericolo di caduta massi.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 11:46

Nel bollettino quotidiano dell'azienda sanitaria altoatesina, i numeri del contagio continuano a segnare cifre importanti. Sono 437 i nuovi positivi su quasi 3500 tamponi, mentre le morti salgono ancora con 7 decessi. Da inizio epidemia le vittime sono state 530 (235 nella sola seconda ondata)

29 novembre - 09:56

Andrea Weiss (Apt val di Fassa): "Un comparto fondamentale nel breve termine dobbiamo prepararci. La promozione? Delicatissima, ci sono tanti morti e si rischia di urtare la sensibilità del turista. Si potrebbe guardare poi a Francia e Germania per il futuro della strutturazione delle ferie italiane"

29 novembre - 08:53

In dieci hanno deciso di organizzare una protesta, pacifica ma decisamente rumorosa, e ora si sono ritrovati nei guai con una denuncia all’autorità giudiziaria per manifestazione abusiva e disturbo alle persone

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato