Contenuto sponsorizzato

Rimangono bloccati in alta quota da pioggia e nebbia. Recuperati grazie a un messaggio alla fidanzata

Diversi gli interventi svolti dal Soccorso alpino e speleologico della provincia di Belluno. Tra questi se ne segnala uno particolarmente difficoltoso sull'Antelao, dove due alpinisti sono rimasti bloccati mentre percorrevano una via d'alta montagna a causa della nebbia e della pioggia. I soccorsi sono stati attivati grazie alla fidanzata di uno di questi, che preoccupata ha lanciato l'allarme

Pubblicato il - 10 August 2020 - 18:55

BELLUNO. Sono stati recuperati all'alba i due alpinisti austriaci rimasti bloccati mentre compivano una traversata sul Civetta. Incapaci di progredire sulla via Philipp-Flamm, i due sono stati costretti a bivaccare in parete, lanciando l'allarme attorno alle 4.30 del mattino. Il Pelikan del soccorso alpino ha così preso il volo, recuperandoli e riportandoli a terra.

 

E' partito invece da un messaggio alla compagna di uno degli alpinisti il difficile salvataggio di un 38enne di Valdagno, in provincia di Vicenza e di un 44enne di Comelico Superiore, nel bellunese. Contattato il 118, i soccorsi sono partiti in direzione dell'Antelao, dove i due stavano compiendo una traversata, passando la notte in quota.

 

Vista la completa mancanza di copertura telefonica (l'ultimo messaggio, giunto appunto alla compagna di uno dei due alpinisti, risaliva alle 12.15 del giorno prima) e le condizioni meteo sfavorevoli, i due, che nella discesa del Canale Arnaldi rimanevano impossibilitati a scendere a causa di nebbia e pioggia, venivano ricercati con l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore sulla parte inferiore del ghiacciaio. Le nubi, d'altro canto, impedivano però sia il sorvolo che la loro individuazione.

 

Dopo il “dirottamento” dell'eliambulanza su un'altra emergenza sull'Averau, dove un'escursionista era rimasto ferito a una gamba dalla caduta di un masso lungo la ferrata posta a circa 2540 metri, il mezzo imbarcava nella sede di Pieve di Cadore due tecnici, puntando poi nuovamente all'Antelao. Mentre l'elicottero saliva, fortunatamente, venivano visti i due alpinisti. Caricati a bordo in due rotazioni grazie al verricello, i due, bagnati e infreddoliti, sono stati accompagnati a valle.

 

Altro intervento, infine, per l'elicottero di Treviso emergenza, inviato a Forcella delle Cazete, a quota 1750, per recuperare una coppia che aveva smarrito la traccia del sentiero. Partiti dal rifugio Pramperet, un 26enne di Pavia e una 27enne di Pantigliate, in provincia di Milano, si sono persi mentre, nel tentativo di completare l'alta via, avevano optato per la variante poco battuta che dalla Val di Grisol scende verso valle. Incrodati, i due non erano più in grado di proseguire. Issati a bordo, i due giovani sono stati trasportati in zona Fiera a Longarone.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
11 aprile - 17:14
Sono stati analizzati 2.207 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 31 casi tra over 60 e 11 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare
Sport
11 aprile - 15:55
L'ex mediano del Verona scudettato nel 1985, aveva interrotto l'attività di medico dentista per la meritata pensione. E oggi, a quasi 70 [...]
Cronaca
11 aprile - 16:04
L'allerta è scattata all'altezza del centro abitato di Spiazzo. In azione la macchina dei soccorsi, diverse unità in azione tra personale [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato