Contenuto sponsorizzato

Sequestrate 137 mascherine in due tabaccai: avevano dei difetti di etichettatura e quindi non vi erano sicurezza per la tutela del cliente

I carabinieri di Bolzano stanno eseguendo i controlli anche per verificare che nessuno speculi sui prezzi. In questo caso non vi era un rialzo importante ma mancavano i dati fondamentali per conoscere la provenienza del prodotto

Pubblicato il - 10 aprile 2020 - 12:15

BOLZANO. Mentre c'è la ''corsa'' alle mascherine i carabinieri hanno dovuto procedere al sequestro di 137 di questi oggetti, in due distinte rivendite di tabacchi di Bolzano. È vietato infatti in Italia vendere prodotti destinati al consumatore che non riportino, chiaramente visibili e leggibili, almeno le indicazioni relative alla denominazione del prodotto, alla ragione sociale e alla sede legale del produttore o dell’importatore, al Paese di origine se situato fuori dell'Ue, all'eventuale presenza di sostanze che possono arrecare danno, ai materiali impiegati, alle istruzioni, alle eventuali precauzioni e alla destinazione d'uso, ove utili ai fini di fruizione e sicurezza del prodotto.

 

I militari della Stazione Carabinieri di Bolzano quindi hanno sequestrato 137 mascherine facciali e contestato violazioni a due tabaccai del capoluogo provinciale. I militari dell’arma infatti in questi giorni hanno svolto un’attività di controllo porta a porta presso esercizi pubblici, principalmente tabaccai, sia per verificare che tutti rispettino le prescrizioni finalizzate ad arginare i contagi da Covid-19 che per osservare eventuali ingiustificati incrementi di prezzo dei beni posti in vendita.

P

La ''scoperta'' come detto è avvenuta in due esercizi commerciali dove sono state trovate delle maschere che sebbene non avessero prezzi eccessivamente rialzati, per i quali sono in corso accertamenti, avevano dei difetti di etichettatura e quindi non sarebbero potute essere poste in vendita a norma del Codice del consumo (D.Lgs. 206/2005).

 

Inevitabile quindi il sequestro e la sanzione a carico di tre persone esercenti di due distinte rivendite di tabacchi e altro a Bolzano. I controlli a tutela del cittadino-consumatore, specialmente in questo periodo di grandi preoccupazioni per quest’ultimo, continueranno da parte dei militari dell’arma territoriale con il validissimo supporto – nei complessi settori di specifica competenza – del Nucleo Antisofisticazione e Sanità (N.A.S.) dei Carabinieri di Trento, operante su entrambe le Provincie autonome.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 17:53
Nelle ultime 24 ore sono state confermate anche 13 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 4 dimissioni e 78 guarigioni
25 gennaio - 17:09

Giovedì 28 gennaio i sindacati incontreranno la proprietà di Athesia e la Sie per discutere del futuro dei lavoratori de Il Trentino, lo storico giornale di via Sanseverino chiuso di punto in bianco lo scorso 15 gennaio. "In Italia esistono gli Olivetti e gli imprenditori che distruggono. A voi la scelta di stare in una o nell'altra categoria"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato