Contenuto sponsorizzato

Terrore a Vienna, aumentano le persone ferite. Il terrorista era uscito dal carcere un anno fa, l'Imam di Trento: ''Condanniamo con forza questi vili criminali''

Il sindaco di Trento parla di fatti che "Ci lasciano ancora una volta attoniti e sgomenti", solidarietà e vicinanza anche dall'Anpi: "Tutta l'Europa saprà essere più forte di tutte le minacce fondate su odio, terrore, razzismi e rispondere con fermezza alla barbara strategia del terrorismo”

Pubblicato il - 03 novembre 2020 - 17:01

VIENNA. Sono in corso gli interrogatori delle persone che sono state arrestate della mattinata a Vienna dopo il sanguinoso attentato terroristico che si è verificato ieri sera attorno alla venti.

 

Secondo le ultime informazioni fornite dal ministero dell'Interno Austriaco Nehammer, è salito a 22 il numero delle persone ferite mentre sono 4 i civili che purtroppo sono morti oltre al terrorista di 20 anni, di origini macedoni ma con cittadinanza austriaca, neutralizzato ieri sera ai poliziotti (QUI L'ARTICOLO). Secondo le informazioni fornite dalla tv pubblica Orf l'uomo già nel 2019 era stato condannato diversi mesi di carcere per il suo tentativo di unirsi all'Isis. Successivamente era però stato rilasciato. 

 

Nel corso della giornata sono state effettuate perquisizioni domiciliari a Vienna e a Linz e viene mantenuto un alto livello di sicurezza e la presenza della polizia nel centro città per evitare che ci sia un ripetersi di situazioni pericolose. Sono in corso anche le analisi delle immagini delle telecamere e le cellule telefoniche. 

 

Fortunatamente si è invece stabilizzato il giovane poliziotto di 28 anni che è stato ferito durante la sparatoria di ieri sera.

 

Intanto un messaggio all'Austria è arrivato anche da parte dell'Anpi dell'Alto Adige. “ Tutta l'Europa saprà essere più forte di tutte le minacce fondate su odio, terrore, razzismi e rispondere con fermezza alla barbara strategia del terrorismo” scrive l'associazione nazionale Partigiani. Un terrorismo, spiega, “che intende colpire al cuore i valori universali della civiltà democratica europea e minacciare la libertà e la convivenza civile in tutto il mondo"

 

L'Imam di Trento Aboulkheir Breigheche ha condiviso il messaggio dell'Associazione islamica italiana degli imam e delle guide religiose che condanna con forza i vili e criminali attacchi terroristici avvenuti ieri sera, ed esprime piena solidarietà ai familiari delle vittime e a tutta la città di Vienna. “Ci auguriamo che gli autori e i loro mandanti vengano identificati e vengano inflitte loro le più dure condanne previste dalla legge” viene riportato in una nota.

 

Ad esprimere vicinanza all'Austria e alla città di Vienna è anche il sindaco di Trento Franco Ianeselli che ha sottolineato come questi terribili fatti “Ci lasciano ancora una volta attoniti e sgomenti davanti al perpetrarsi della violenza terroristica in Europa”. Vicinanza che è stata espressa anche dal presidente della Provincia di Trento Maurzio Fugatti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Cronaca
05 dicembre - 18:17
Sull'Altopiano dei Sette Comuni la neve sta cadendo abbondante in queste ore e sulle strade sono già diversi i veicoli in difficoltà a causa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato