Contenuto sponsorizzato

Tragedia nelle Giudicarie, Valeria aveva 16 anni ed era un talento della pallavolo. L'Asd Brenta Volley: ''Sei cresciuta con noi, ti salutiamo con le lacrime agli occhi''

Il drammatico incidente è avvenuto ieri sera, Valeria è morta sul colpo e un altro ragazzo di 22 anni si trova in gravissime condizioni. "Se non c’era il Covid, ieri, forse eri in palestra a fare la partita… e non ti sarebbe successo. Parole comunque poco utili ad affrontare l’accaduto. Una tragedia simile ad altre, che spezzano la vita di nostri giovani e lasciano ferite sempre aperte nel cuore di tutti"

Pubblicato il - 29 November 2020 - 12:30

TRENTO. “E’ con le lacrime agli occhi che ti salutiamo, difficile tramutare in parole i sentimenti di tutti noi che cercheremo di stare vicino alla tua famiglia, duramente colpita. Non ti dimenticheremo!”. E' un'intera comunità quella che in queste ore sta affrontando il tremendo dolore per la morte di Valeria Artini, la 16enne che nella serata di ieri ha perso la vita in un tragico incidente. (QUI ARTICOLO)

 

La ragazza viaggiava su una Yaris Toyota assieme ad altri tre giovani quando ad un certo punto il guidatore ha perso il controllo ed è finito fuori strada contro un albero per poi ribaltarsi. Valeria e un altro ragazzo di 22 anni sono stati sbalzati fuori dal mezzo e sono finiti  sull'asfalto. Inutile i tentativi di rianimazione per la giovane.

 

Era un talento della pallavolo della Asd Brenta Volley. Ed è proprio dalla società sportiva e dalla squadra che questa mattina sono arrivate le parole di ricordo e di vicinanza alla famiglia.

 

Qui il testo

 

Ciao Valeria,

Ti abbiamo vista crescere in mezzo a noi, con le tue compagne, in questi bellissimi anni di Tua gioventù ora sbocciata nell’adolescenza. Tu, come Carla e Enzo, sempre presenti nelle nostre palestre e nei nostri tornei estivi. Come sempre presenti, alle vostre partite, la Tua mamma Cinzia e il Tuo papà Paolo.

E’ con le lacrime agli occhi che Ti salutiamo, difficile tramutare in parole i sentimenti di tutti noi che cercheremo di stare vicino alla Tua famiglia, duramente colpita. Non Ti dimenticheremo!

In tanti anni di attività, siamo ora partecipi di una tragedia immensa che ieri ha coinvolto la nostra atleta Valeria Artini, parte della squadra Under 17 femminile dell’ASD Brenta Volley. Una ragazza impegnata, partecipe e amante della pallavolo, anche presente a ”dare una mano” ai raduni del minivolley, ai tornei estivi e punto di riferimento nei vari “gruppi squadra” in cui è cresciuta in questi anni.

Se non c’era il Covid, ieri, forse eri in palestra a fare la partita… e non ti sarebbe successo! Parole comunque poco utili ad affrontare l’accaduto.

Una tragedia simile ad altre, che spezzano la vita di nostri giovani e lasciano ferite sempre aperte nel cuore di tutti!

Una atleta del ASD Brenta Volley, come lo sono stati il fratello Enzo e la sorella Carla, attualmente aiuto allenatore dell’Under 14 femminile.

Ci stringiamo tutti, atleti, allenatori, collaboratori e Direttivo dell’ASD Brenta Volley alla Tua famiglia, in un grande abbraccio

Per l’ASD Brenta Volley
Il Presidente
Stefano Parolari

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

22 January - 11:36

Cna-Shv, che da diversi mesi è solerte partner del Comune capoluogo per elaborare misure innovative per la consegna delle merci in centro (piattaforma di interscambio e cargo-bike) e nei quartieri (delivery point presso attività commerciali esistenti), insiste sulla necessità di rendere fluida l’attività dei corrieri e dei mezzi aziendali, e la mobilità in generale, ma non certo per agevolare alternative al preziosissimo commercio di vicinato”

22 January - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no (QUI L’AGGIORNAMENTO E LA CONFERMA DELL’ERRORE DA PARTE DELL’APSS)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato