Contenuto sponsorizzato

A Bolzano arrivano i vaccini anche per i senzatetto. Il Comune: "Garantire i diritti dei più deboli e la massima copertura vaccinale possibile"

Dal lunedì 27 settembre, tra ponte Roma e viale Trieste, anche i senza fissa dimora potranno ricevere il vaccino in un container medico fornito dalla Protezione Civile. Si calcola che ci siano 120-130 persone che potrebbero essere interessate

Di M.Sartori - 16 September 2021 - 17:53

BOLZANO. Garantire i diritti dei più deboli e la massima copertura vaccinale possibile, questo l’obiettivo del Comune di Bolzano, che da lunedì 27 settembre a venerdì 1 ottobre offrirà alle fasce più deboli della popolazione la possibilità di vaccinarsi. Il servizio si terrà a ponte Roma, in un container sanitario appositamente preparato.

 

A presentare l’iniziativa sono stati gli assessori comunali Juri Andriollo e Chiara Rabini nel corso della conferenza stampa di questa mattina, mercoledì 16 settembre. L’iniziativa si svolge in piena sinergia e massima collaborazione con l’Azienda sanitaria altoatesina.

 

Le vaccinazioni cominceranno lunedì 27 settembre. Un medico, quattro infermieri e il personale tecnico-amministrativo si occuperanno della somministrazione in un container fornito dalla Protezione Civile e collocato in un apposito spazio tra ponte Roma e viale Trieste. Il tutto avverrà tra le 11 e le 14, in concomitanza con il servizio di distribuzione dei pasti agli indigenti, che avviene proprio nelle vicinanze.

 

Si calcola che a Bolzano possano essere interessate al piano di vaccinazione circa 120-130 persone che vivono per strada. Oltre a queste vi sono anche gli ospiti delle strutture di accoglienza come ad esempio quella di via Comini (su 95 residenti, una cinquantina le persone ancora non vaccinate).

 

"Un'iniziativa importante - hanno detto l’assessore Andriollo e l’assessora Rabini -. Abbiamo pensato di affrontarla sul modello del rispetto e della conoscenza. Le persone devono essere informate e lo saranno capillarmente con documenti e materiale plurilingue. Sarà spiegato loro l'opportunità e l'importanza del vaccino.  Vogliamo garantire il diritto al vaccino a tutta la popolazione della nostra città e quindi anche a coloro che ne stanno ai margini purtroppo”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 ottobre - 19:35
Il problema dell'anomala usura delle ruote dei treni sulla linea della Valsugana riscontrato circa 2 mesi fa si è risolto da solo. Roberto [...]
Cronaca
26 ottobre - 20:01
Trovati 56 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 14 guarigioni. Sono 13 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Politica
26 ottobre - 18:51
La proposta dell’impresa Mak, le rassicurazioni di Fugatti smentite da vecchie mail, sono tanti i dubbi attorno al progetto per il nuovo ospedale [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato