Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il Trentino resta zona gialla ma con rischio "moderato e in progressione". L'Alto Adige rosso

Secondo l'ultimo monitoraggio, in provincia di Trento continueranno a vigere le misure da "zona gialla". L'indice Rt si mantiene infatti al di sotto dell'1 (0.95), "moderato ma ad alto rischio di progressione". L'Alto Adige in "zona rossa", così come la Lombardia. Il Veneto "arancione" nonostante i dati 

Pubblicato il - 15 gennaio 2021 - 13:37

TRENTO. Ancora zona gialla. Secondo il monitoraggio svolto dalla Cabina di regia, la provincia di Trento proseguirà con le misure da zona gialla. In un contesto nazionale che vede un'evoluzione verso maggiori restrizioni in gran parte del Paese, il Trentino continua a mantenersi stabilmente in quella che fino all'ultimo decreto legge era la zona con minori restrizioni, nonostante le previsioni lo dessero già in zona arancione.

 

Diversa la questione per quanto riguarda la provincia di Bolzano, che negli scorsi giorni aveva mostrato la volontà di fissare una soglia superata la quale entrerebbero in vigore le misure più restrittive. La “via altoatesina” dovrebbe concretizzarsi nella prossima ordinanza, la cui uscita è stata annunciata per la giornata di sabato 16 gennaio.

 

Da domenica 17 gennaio, dunque, l'Italia dovrebbe essere per tre quarti caratterizzata da tinte più scure. In pochi infatti potranno vantare il privilegio delle misure da zona gialla, tra cui appunto il Trentino. Assieme a Trento, anche Basilicata, Campania, Molise, Sardegna e Toscana.

 

Diventano arancioni, invece, ben 12 regioni: Abruzzo, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Val d'Aosta e Veneto, nonostante i dati di quest'ultima le permetterebbero di rimanere in zona gialla. Il presidente Luca Zaia ha chiesto e ottenuto, invece, di diventare zona arancione.

 

Solamente tre saranno le regioni o province autonome a presentare le maggiori restrizioni, inserite in “zona rossa”. Sono appunto la provincia di Bolzano, la Lombardia e la Sicilia, arancione secondo i dati ma diventata rossa per esplicita richiesta della giunta.

 

L'indice Rt, ancora decisivo per la definizione delle diverse zone, presenta in provincia di Bolzano un 1.4 a rischio alto, mentre in provincia di Trento rimane sotto all'1, allo 0.95, ma “moderato ad alto rischio di progressione”.

 

Ecco le misure in vigore rispetto alla diversa colorazione.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 settembre - 17:57
Franco Cacciatori, veronese classe 1965, ha da poco affrontato per la decima volta la salita fino al Passo dello Stelvio, ma con la sua Graziella [...]
Cronaca
24 settembre - 16:16
Salgono a 22 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale dove ieri ci sono stati 2 nuovi ingressi e 1 dimissione: in rianimazione rimangono [...]
Cronaca
24 settembre - 17:13
Il lancio col parapendio di un francese classe 1991 è finito con uno schianto sulla parete sud della Marmolada, dove l'uomo è rimasto bloccato in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato