Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, varianti in Trentino? Ci si affida alla statistica nazionale, Ruscitti: ''Possibile quella inglese nel 20% dei casi''

In Trentino, come approfondito proprio da il Dolomiti, mancano dati certi sulla presenza di varianti. Le prime analisi arriveranno, come confermato dal direttore sanitario dell'Azienda sanitaria, nei primi giorni della prossima settimana

Di G.Fin - 13 febbraio 2021 - 18:21

TRENTO. Anche in Trentino l'ipotesi è che vi sia un 20% di infezioni causate dalla variante inglese del Covid19.

 

Il dato è stato ipotizzato dal dirigente del dipartimento Salute della Provincia di Trento, Giancarlo Ruscitti che nel corso di una conferenza stampa ha spiegato che “la Provincia è in costante contatto con l'Istituto superiore di Sanità e con il Ministero. Dalle stime che arrivano dal livello nazionale  anche da noi auspichiamo un 20% della variante inglese e non un 40% come si sta riscontrando in alcune zone del Paese”.

 

Nelle scorse ore l'Iss ha pubblicato uno studio proprio sulle varianti Covid-19 stabilendo che in Italia il 17,8% delle infezioni dovute a ‘variante inglese’. Il risultato dell’indagine ci dice che nel nostro Paese, così come nel resto d’Europa (in Francia la prevalenza è del 20-25%, in Germania è sopra il 20%), c’è una circolazione sostenuta della variante, che probabilmente è destinata a diventare quella prevalente nei prossimi mesi.

 

Per l’indagine è stato chiesto ai laboratori delle Regioni e Province autonome di selezionare dei sottocampioni di casi positivi e di sequenziare il genoma del virus, secondo le modalità descritte nella circolare del ministero della Salute dello scorso 8 febbraio. I campioni analizzati sono stati in totale 852 per 82 laboratori, provenienti da 16 regioni e province autonome, ripartiti in base alla popolazione. Il risultato medio è in linea con quello di altre survey condotte in Europa. Il range di prevalenze sembra suggerire una diversa maturità della sub-epidemia determinata probabilmente da differenze nella data di introduzione della variante stessa. È presumibile pertanto che tali differenze vadano ad appiattirsi nel corso del tempo. Nei prossimi giorni l’indagine sarà ripetuta, per verificare la velocità di diffusione della nuova variante. Il virus muta continuamente e sono già state isolate centinaia di varianti, anche se la maggior parte di queste non cambia le caratteristiche del virus. La vigilanza deve restare alta però per individuare, come viene già fatto, quelle che potrebbero peggiorare la situazione in termini di trasmissibilità, sintomatologia o sensibilità nei confronti di vaccini e anticorpi, tenendo presente che questi ultimi possono essere comunque modificati per adeguarli alle versioni più pericolose.

 

In Trentino, come approfondito proprio da il Dolomiti (QUI L'ARTICOLO), mancano dati certi sulla presenza di varianti. Le prime analisi arriveranno, come confermato dal direttore sanitario dell'Azienda sanitaria, nei primi giorni della prossima settimana.

 

A confermarlo è anche Ruscitti. “Due settimane fa – ha spiegato – abbiamo dato mandato all'azienda sanitaria di mettersi in contatto con l'Istituto Zooprofilattico delle Venezie”. Il Trentino, è stato inoltre precisato, si sta anche organizzando per verificare le varianti già nel nostro territorio senza dover spedire i tamponi a Padova.

 

La presenza della variante inglese e quindi di una maggiore contagiosità avrebbe portato anche un incremento della positività nelle fasce d'età 0 – 6 anni e 6 – 12 anni.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 29 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 19:00
Secondo la presidente del Comitato per la legalità e la trasparenza ed ex consigliera comunale a Rovereto, molti cittadini lamenterebbero tempi [...]
Cronaca
29 novembre - 20:00
Trovati 64 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 31 guarigioni. Sono 53 i pazienti in ospedale. Sono 836.703 le dosi di [...]
Cronaca
29 novembre - 19:02
I centri vaccinali dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari saranno aperti in via eccezionale dalle 6 alle 24 per una vera e propria [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato