Contenuto sponsorizzato

Giornata intensa di lavoro per i vigili del fuoco, tantissime chiamate per camini in fiamme: ''La manutenzione è importante''. Incendio boschivo a Cognola

I pompieri sono stati allertati a Lavis, Trento e Villa Lagarina, ma anche in val di Fassa e in Valsugana, nelle Giudicarie e in val di Non. Fiamme nel bosco a Montevaccino

Di L.A. - 18 marzo 2021 - 19:37

TRENTO. E' stata una giornata impegnativa per i vigili del fuoco del Trentino chiamati a intervenire per diversi incendi che hanno coinvolto i camini delle abitazioni.

 

I pompieri sono stati allertati a Lavis (Qui articolo), Trento e Villa Lagarina (Qui articolo), ma anche in val di Fassa e in Valsugana, nelle Giudicarie e in val di Non. Questo nella sola giornata di oggi, giovedì 18 marzo. I corpi di Povo e Cognola sono invece entrati in azione per un incendio boschivo in zona Montevaccino.

Nelle scorse ore sono stati registrati altri incendi in piana Rotaliana (Qui articolo), così come in altre aree del territorio provinciale, mentre l'evento più importante è stato quello di Rovereto di alcuni giorni fa (Qui articolo). 

 

Fortunatamente il tempestivo intervento dei pompieri, agevolato da un sistema capillare e ormai consolidato nelle procedure, ha permesso in praticamente tutti i casi di limitare i danni. In nessun caso sono stati portati in ospedale feriti o intossicati.

 

Il calo delle temperature di questi ultimi giorni porta le persone a riaccendere oppure sfruttare ulteriormente stufe e caldaie varie dopo un intenso utilizzo invernale. E se c'è un po' di vento, il rischio è quello che i fumi non riescono a uscire bene e si crea una sorta di tappo. 

 

Le cause di questi tipi di incendio sono causate da molteplici fattori ma sono principalmente dovute a una scarsa manutenzione della canna fumaria. 

 

I vigili del fuoco, per questo motivo, consigliano di eseguire il controllo dei fumi da personale competente, almeno in occasione degli interventi di pulizia che sono obbligatori in base alla legge e ai regolamenti comunali. 

 

Un'altra attenzione è quella di non sovralimentare le stufe le quali non riscaldano di più gli ambienti ma creano alcune criticità con i fumi che possono aumentare i rischi d'incendio. 

 

I pompieri del Bleggio Superiore sono intervenuti invece per un incendio di un quadro elettrico di un'abitazione privata a Cavrasto: 15 vigili muniti di autoprotettori sono riusciti a spegnere il rogo e si sono assicurati che non ci fossero persone coinvolte. Terminata questa operazione hanno provveduto alla ventilazione dei locali. L'edificio è inagibile.


A Mattarello invece i vigili del fuoco del sobborgo del capoluogo sono intervenuti per un incendio in un appartamento. Il tempestivo intervento ha consentito di di limitare i danni al bagno.


 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 05:01
Tra le richieste di alcuni genitori vi è la reintroduzione delle 'bolle' già usate in pandemia o un ridimensionamento del numero dei gruppi [...]
Cronaca
04 dicembre - 19:40
Mentre restano stabili i ricoveri e non si segnalano decessi cresce il contagio in provincia. A Trento ci sono 42 nuovi positivi, a Rovereto e [...]
Cronaca
04 dicembre - 20:37
Si sono ritrovati come ogni sabato in piazza Dante, dove nel pomeriggio hanno disturbato il traffico sulle strisce pedonali che conducono alla [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato