Contenuto sponsorizzato

Lockdown sui no vax, Crisanti: ''Incostituzionale, il problema è la perdita dell'immunizzazione: serve terza dose''. Vaccinare i bambini? ''Attenderei dati in più''

Il professore ordinario di Microbiologia all’Università di Padova si dichiara contrario al modello austriaco e spiega: "Non possiamo mettere agli arresti domiciliari chi non ha fatto nulla''. Fondamentale, spiega, la terza dose: ''Solo così è possibile avere un inverno tranquillo''

Di Giuseppe Fin - 13 novembre 2021 - 05:01

TRENTO. “Lockdown per i non vaccinati? È assolutamente irrealizzabile”. Usa queste parole Andrea Crisanti, professore ordinario di Microbiologia all’Università di Padova in  merito all'idea di mettere delle restrizioni per chi oggi non si è immunizzato.

 

Una questione che fa molto discutere negli ultimi giorni anche all'interno della nostra regione dove il governatore dell'Alto Adige, Arno Kompatscher (QUI L'ARTICOLO), ha espressamente fatto riferimento al modello austriaco per cercare, in qualche modo, anche di salvaguardare e dare maggiori certezze alla stagione invernale dal peggioramento della curva epidemiologica e dei tassi di ospedalizzazione con il rischio di passare in fascia gialla o arancione. Un tema, questo, sul quale dimostrano maggiore cautela sia il Trentino che il Veneto dove peraltro la situazione è ben diversa (QUI L'ARTICOLO).

 

A dimostrarlo sono i dati che sono stati diffusi nelle scorse ore da Gimbe e che per la provincia di Trento, registrano circa il 78% della popolazione con almeno una dose di vaccino. Dato questo che cala al 70% circa in provincia di Bolzano. 

Per il professor Crisanti l'idea di un lockdown per i soli non vaccinati è incostituzionale. “Penso – spiega a Il Dolomiti - che sia fondamentalmente, dal punto di vista giuridico, incostituzionale un simile intervento. Stiamo parlando di un'ipotesi assolutamente irrealizzabile. Parlane è puro esercizio inutile perché non possiamo mettere agli arresti domiciliari le persone se non hanno fatto nulla e se non c'è l'obbligo di legge e nemmeno la positività”. 

 

Il problema che il nostro Paese deve assolutamente affrontare con la massima velocità e quello dei vaccinati che con il passare dei mesi stanno perdendo l'immunizzazione e quindi la necessità di una terza dose. 

 

“Oggi – spiega Crisanti - di fatto il vero problema è chi sta perdendo la vaccinazione. C'è una percentuale importantissima di persone che stanno perdendo l'immunità. Si calcola che in Italia ci siano 160 mila persone al giorno che entrano in una fase di vulnerabilità”.

 

E' proprio per questo che diventa importante la terza dose. “Quello che vediamo in Italia in queste settimane – spiega Crisanti – lo abbiamo visto in Inghilterra già il mese scorso. Più persone fanno la terza dose e maggiore sarà la possibilità di passare l'inverno in tranquillità”. 

 

Sul tema della terza dose è sempre Gimbe che registra per il Trentino una percentuale di somministrazione del 37%, con valori percentuali calcolati sulla platea vaccinabile con dose booster costituita da over 80, 70 – 79, 60-69 e operatori sanitari. La media italiana al 39.5%.

Crisanti dimostra invece maggiore cautela per quanto riguarda l'apertura della campagna sui bambini.  “Sono favorevole alla vaccinazione – spiega a Il Dolomiti – ma per i bambini, e parliamo di un numero non elevato, è meglio attendere un attimo e avere qualche dato in più”. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Cronaca
05 dicembre - 18:17
Sull'Altopiano dei Sette Comuni la neve sta cadendo abbondante in queste ore e sulle strade sono già diversi i veicoli in difficoltà a causa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato