Contenuto sponsorizzato

''Moltissimi lavoratori di Trentino trasporti ci hanno scritto per ringraziarci'', Casa Pound replica alla Uil che aveva rigettato la solidarietà del movimento

La galassia di chi si oppone al Green pass è varia e variegata e quindi capita che figure distantissime si ritrovino a dire grosso modo le stesse cose pur respingendo la posizione dell'altro. Qualche giorno fa davanti alla sede di Trentino trasporti era apparso un manifesto in solidarietà agli autisti no-pass e la Uil Trasporti , che pure invitava questi lavoratori a registrare le conversazioni con i controllori, aveva preso le distanze dall'azione del movimento neofascista

Pubblicato il - 16 October 2021 - 15:30

TRENTO. ''Moltissimi sono stati però i messaggi dei lavoratori di Trentino Trasporti arrivati in queste ore per ringraziarci di un gesto semplice quanto importante''. Questa la nota di CasaPound che vuole, così, sottolineare come il suo intervento in sostegno agli autisti di Trentino Trasporti che si opponevano al Green pass sia stato molto apprezzato tra gli stessi autisti. Questo all'indomani del comunicato stampa della Uil che invece dichiarava che ''la Uil del Trentino prende le distanze e rigetta la solidarietà di CasaPound alle iniziative sindacali della categoria provinciale dei trasporti".

 

''I sindacati - comunica il movimento di estrema destra - dopo anni passati a occuparsi di tutto immigrazione, antifascismo, politica, tranne che di lavoro si svegliano e 'rifiutano' la nostra solidarietà, a che titolo poi non si sa''. ''Moltissimi - proseguono - sono stati però i messaggi dei lavoratori di Trentino Trasporti arrivati in queste ore per ringraziarci di un gesto semplice quanto importante. Un gesto non fatto per voti o poltrone ma fatto perché giusto e sacrosanto''. 

 

“Una risposta quindi, la loro, sterile e infruttuosa, tempo levato alle vere battaglie che dovrebbero sostenere insieme a Cgil e Cisl a vera tutela dei lavoratori, tempo - concludono - che noi non leveremo a combattere al fianco degli italiani che non si arrendono. Perché il lavoro è un diritto che non può essere soggetto a ricatti''. 

 

Volenti o nolenti, da una parte o dall'altra, insomma, la galassia no green pass è varia e variegata. Basti pensare che la Uil Trasporti del Trentino con il suo segretario Petrolli fino a pochi giorni fa consigliava ''agli autisti, per non incorrere in possibili sanzioni disciplinari, (quelli sprovvisti di Green pass), di presentarsi in azienda il giorno 15 ottobre 2021, senza accedere all’interno del posto di lavoro, comunicare al responsabile controlli, registrando la conversazione, che si è sprovvisti di certificato verde. La registrazione va conservata e non divulgata per una possibile difesa o prova in caso di sanzioni future''. E anche la Fiom Cgil del Trentino anche ieri ribadiva la sua opposizione al green pass per come è stato previsto. Il segretario Guarda infatti si dice favorevole all'obbligo vaccinale ma se lo Stato non lo introduce allora dovrebbe garantire i tamponi gratuiti ai lavoratori.

 

Tutti, comunque, associano il green pass a un ''ricatto per i lavoratori'' e lamentano il fatto che in questo modo verrebbe attuata una qualche forma di discriminazione senza considerare che il vaccino è gratis e la parità di accesso al servizio è garantita dallo Stato che organizza tutto senza intoppi. Inoltre, come noto, c'è anche il secondo binario per ottenere il certificato verde, quello dei tamponi che, ovviamente, sono a pagamento in quanto libera scelta dell'utente e disincentivati rispetto al vaccino perché strumento che non contribuisce alla salute pubblica come fa il vaccino ma garantisce (con un certo margine di errore) solo che il soggetto in questione in quel momento non è contagiato.  

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 dicembre - 11:39
Da lunedì 6 dicembre entra in vigore sul suolo nazionale il decreto per il Super green pass, rilasciato solo ai vaccini e ai guariti dal Covid-19, [...]
Economia
03 dicembre - 09:43
Lo sciopero del black friday da parte dei driver è stato scongiurato grazia a un accordo raggiunto fra sindacati e ditte che effettuano le [...]
Cronaca
03 dicembre - 09:13
Due giovani morti sulla strada, Alessia Andreatta è rimasta vittima di un tragico incidente in A22 mentre la vita di Tommaso Delpero si è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato