Contenuto sponsorizzato

Non rispetta i protocolli di sicurezza, un barbiere costretto a chiudere. E nelle piazze del centro una ventina di sanzioni per violazioni alle norme anti-Covid

Sono 19 le persone sanzionate per violazioni del regolamento di polizia urbana e delle norme anti-Covid. A Trento nord, invece, un esercizio di acconciatore ha ricevuto un'ingiunzione di chiusura per il mancato rispetto dei severi protocolli di sicurezza

Pubblicato il - 12 March 2021 - 12:29

TRENTO. Diciannove persone sanzionate per violazioni del regolamento di polizia urbana e delle norme anti-Covid. Continuano i controlli da parte degli operatori della polizia locale di Trento, impegnate in attività sul territorio. Nel pomeriggio di giovedì 11 marzo, in particolare, 3 persone sono state allontanate da via Manci.

 

I soggetti, tutti senza fissa dimora, erano già stati protagonisti di comportamenti giudicati molesti nella stessa parte della città, dove sono soliti stazionare. Sorpresi in stato di ubriachezza e senza mascherina, sono stati sanzionati più volte per violazione alle norme di convivenza.

 

Negli ultimi 10 giorni, il Nucleo civico, impegnato a prevenire e contrastare i fenomeni di degrado nelle zone di piazza Dante, piazza Santa Maria Maggiore e piazza della Portela, le persone sanzionate sono state, come detto, ben 19. Gran parte di loro ha ricevuto una multa dovuta al consumo di alcolici o all'espletamento dei propri bisogni corporali nell'area del parco di fronte alla stazione.

 

In 4 casi è stato adottato anche l'ordine di allontanamento – il cosiddetto Daspo urbano – che vieta al soggetto sanzionato di permanere o rientrare nella zona per 48 ore. Nello stesso periodo, assieme agli agenti dell'Unità operativa criminalità diffusa della squadra mobile, è stato effettuato un servizio di controllo con cui sono state deferite all'autorità giudiziaria 3 soggetti, sorpresi a spacciare stupefacenti. La droga è stata sequestrato, così come il denaro provente dello spaccio.

 

Lo stesso Nucleo nel mese di marzo ha rilevato 5 violazioni alle norme anti-Covid, tutte per mancato utilizzo della mascherina, sempre nelle zone di piazza Dante e piazza della Portela.

 

Nella zona del Tridente, è stato inoltre chiuso un esercizio di acconciatore. L'attività era infatti svolta in spregio ai protocolli di sicurezza, che prevedono l'obbligo di prenotazione degli appuntamenti, la possibilità di un solo cliente in attesa oltre a precise misure di sanificazione e utilizzo dei dispositivi di protezione.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 13:35
Con una mail indirizzata “a tutto il personale provinciale (compresi direttori e dirigenti)” la Provincia cerca 120 volontari per seguire le [...]
Cronaca
28 novembre - 21:05
Continuano le operazioni di valorizzazione del territorio della val di Gresta. Dopo aver partecipato al convegno del Registro nazionale dei [...]
Cronaca
29 novembre - 15:57
La storia ha velocemente fatto il giro del mondo: i clienti del pub sono all'interno della struttura da venerdì scorso (26 novembre) e solo oggi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato