Contenuto sponsorizzato

Oltre 57 mila dosi alla maratona. Ferro: ''Ospedali in sofferenza, i trentini aderiscano per fermare Covid''. Failoni: ''Ciascuno convinca una persona a vaccinarsi''

Prosegue l'attività dei centri per la maratona vaccinale che continua fino a domani, mercoledì 8 dicembre, compreso. Questa mattina il centro di Tione ha ricevuto la visita dell'assessore Roberto Failoni, accompagnato dal dirigente generale facente funzioni dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Se ne esce tutti uniti"

Di Luca Andreazza - 07 dicembre 2021 - 18:54

TRENTO. Oltre 57 mila somministrazioni mentre le prenotazioni si attestano a quota 61 mila. Questi i dati aggiornati alle 18 di oggi. Prosegue l'attività dei centri per la maratona vaccinali che continua fino a domani, mercoledì 8 dicembre, compreso.

 

Gli ultimi dati, intanto, riportano di un ulteriore peggioramento dei tassi di ospedalizzazione e il Trentino rischia di superare nei prossimi giorni anche l'ultimo parametro per far passare il territorio in zona gialla: le terapie intensive hanno giù superato la soglia d'allerta del 10% e l'incidenza a 7 giorni è superiore ai 200 casi ogni 100 mila abitanti. Gli ultimi ricoveri portano il totale a 75 pazienti, un numero vicino a far scattare l'alert. Il bollettino odierno riporta di 249 casi e 1 decesso (Qui articolo).  

 

Intanto prosegue la maratona vaccinale: sono 57.257 le vaccinazioni totali dal 4 dicembre alle 18 di oggi (2.672 le prime dosi). Nella quarta giornata di vaccinazioni straordinarie i trentini hanno raccolto gli appelli delle istituzioni a mettere in sicurezza la propria salute e la tenuta di tutto il sistema trentino e sono accorsi numerosi ai centri vaccinali sparsi sul territorio. Nella giornata di oggi sono state vaccinate 11.054 persone; di queste 550 hanno ricevuto una prima dose. Sono stati 2.482 i fuori lista (senza prenotazione).

 

E questa mattina (martedì 7 dicembre) il centro di Tione ha ricevuto la visita dell'assessore Roberto Failoni, accompagnato da Antonio Ferro, direttore generale facente funzioni dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari. 

 

"L'invito forte a tutti i trentini è di cogliere questa grande occasione per fermare il virus". Commenta Ferro. "I numeri ci dicono che ci sono due persone in più in rianimazione, i ricoveri sono aumentati. C'è la necessità che tutti si vaccinino perché gli ospedali sono in sofferenza". 

 

Una duplice presenza che segnala ulteriormente la volontà dell'amministrazione provinciale di sostenere con forza la campagna vaccinale. Nell'occasione, l'assessore Failoni ha rilanciato sulla necessità di vaccinarsi contro il coronavirus e chiede a tutte le trentine e i trentini di fare un piccolo sforzo per poter mettere in sicurezza la comunità trentina a livello sanitario, sociale e economico.

 

"L'appello a convincere più persone possibili a fare le prime dosi - dice Failoni - ma al tempo stesso anche quelli che hanno prenotato le terze dosi nelle prossime settimane ad anticiparlo per battere sul tempo il virus. La Provincia e l'Azienda sanitaria si stanno impegnando con forza in questa maratona vaccinale, e se ognuno di noi convince una persona a vaccinarsi, si può raggiungere l'obiettivo, perché solamente tutti uniti riusciremo a uscirne e a superare la pandemia".

 

Anche domani i 13 centri vaccinali principali rimarranno aperti fino alle 24 (tranne Malè, San Giovanni di Fassa e Tonadico che chiudono alle 18). Dopo le 14 è sempre possibile accedere senza prenotazione. Nei punti vaccinali allestiti negli ospedali (punti prelievo) e nelle Rsa l’accesso è previsto solamente su prenotazione.

 

Per chi ha intenzione di vaccinarsi senza prenotazione nella zona di Trento l’indicazione è di andare al centro vaccinale di Lavis operativo sulle 24 ore. Il suggerimento è comunque quello di prenotare sempre l’appuntamento al Cup online per evitare attese e facilitare il lavoro dei centri vaccinali. Per fissare l’appuntamento devono essere trascorsi cinque mesi (150 giorni) dall’ultima somministrazione: è comunque il sistema Cup a verificare l’intervallo di tempo tra il primo ciclo vaccinale e la terza dose. Le persone che hanno già un appuntamento fissato dopo l’8 dicembre possono anticipare la terza dose senza dover prima disdire il vecchio appuntamento (attraverso la card "anticipo dose booster").

 

Il giorno della vaccinazione occorre portare con sé la tessera sanitaria, il modulo del consenso e la scheda anamnestica già compilati (Qui info e moduli).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 20:14
Trovati 1.767 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 148 i pazienti in ospedale. Sono 144 le classi scolastiche in isolamento
Cronaca
16 gennaio - 18:54
Complicata l'operazione di recupero del rottame, i vigili del fuoco e i tecnici valutano come intervenire nelle prossime ore. Il conducente [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato