Contenuto sponsorizzato

Serie di infortuni in poche ore in montagna, tre scialpinisti soccorsi dall'elicottero

Un incidente sul Lagorai, quindi a Mezzano in Primiero e sul monte Cornetto a Folgaria. Gli operatori del soccorso alpino intervengono nel giro di poche ore a causa di diversi infortunati in quota

Pubblicato il - 17 gennaio 2021 - 16:55

TRENTO. Giornata di lavoro per le unità del soccorso alpino, gli operatori sono intervenuti nel giro di poche ore a causa di tre scialpinisti infortunati.

 

La prima allerta è scattata intorno alle 12.30 di oggi, domenica 17 gennaio, sulla catena del Lagorai. Un 28enne di Pergine si è procurato un trauma al ginocchio tra il rifugio Sette Selle e il lago d'Erdemolo (Palù del Fersina) a una quota di circa 2.000 metri.

 

Inizialmente il giovane è stato assistito da due operatori della Stazione di Pergine che si trovavano per caso nelle vicinanze del luogo dell'incidente. Sul posto è arrivato l'elisoccorso che ha recuperato a bordo lo scialpinista per il trasporto all'ospedale Santa Chiara di Trento

 

Il secondo intervento si è reso necessario poco sopra l'abitato di Mezzano nel Primiero. Un 48enne di Trento si è infortunato intorno alle 13 mentre scendeva verso i prati di San Giovanni a quota 700 metri.

 

Sono entrate in azione due squadre delle Stazioni di Caoria e Primiero che hanno raggiunto l'infortunato a bordo dei quad dotati di cingoli per la neve. 

 

Considerata l'entità del trauma, si è preferito far intervenire anche l'elicottero che ha verricellato sul posto il tecnico di elisoccorso e l'equipe medica.

 

L'infortunato, dopo essere stato stabilizzato e imbarellato, è stato trasportato con il quad fino a Mezzano, da lì il trasferimento in elicottero all'ospedale del capoluogo.  

 

Infine, una scialpinista veneta del 2002 si è procurata una probabile frattura all'arto inferiore nei pressi del rifugio Paradiso, sotto il monte Cornetto (Folgaria) a una quota di circa 1.600 metri.

 

L'allarme è scattato intorno alle 13.50 e anche in questo caso si è levato in volo l'elicottero. L'infortunata è stata recuperata a bordo e trasferita all'ospedale Santa Chiara di Trento. Non è stato necessario l'intervento degli operatori della Stazione Altipiani

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 15:10

Il giovane, alla presenza dei suoi avvocati, ha ammesso le sue responsabilità in merito al decesso dei genitori Peter Neumair e Laura Perselli.  La vicenda è iniziata il 4 gennaio scorso 

08 marzo - 13:59

A limitare la possibilità di autodeterminarsi e il concetto stesso di libertà, esistono anche realtà come le associazioni pro life e contesti universitari come il Campus bio-medico di Roma, un policlinico privato e cattolico ma accreditato con il Servizio sanitario nazionale. Negli scorsi mesi, per esempio, le strade di Trento sono state percorse da camion vela che promuovevano la nuova campagna di Pro Vita & Famiglia e alcuni muri della città accolgono ancora manifesti antiabortisti

08 marzo - 12:27

L'analisi successiva dei fatti da parte delle forze dell'ordine ha lasciato emergere la brutale ipotesi, che tutto ciò sia stato determinato da un respingimento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato