Contenuto sponsorizzato

Sirene e gran movimento in collina all'altezza della stazione: si tratta del secondo sondaggio profondo per la circonvallazione ferroviaria di Trento

Gli studi sono finalizzati agli approfondimenti delle formazioni rocciose sotterranee per verificare le previsioni progettuali, quali individuare eventuali presenze di strutture geologiche fragili o la presenza di acque sotterranee diverse da quelle ipotizzate. La strategicità del progetto è stata recentemente ribadita con l'inserimento tra le opere ferroviarie strategiche nazionali nel Recovery plan

Pubblicato il - 02 February 2021 - 20:58

TRENTO. Molte le segnalazioni e tanta la curiosità per la presenza di numerose sirene e lampeggianti, oltre un grande movimento di unità. Il motivo risiede gli studi necessari per completare la progettazione preliminare della circonvallazione ferroviaria di Trento. A Povo è, infatti, in corso di esecuzione il secondo sondaggio profondo, finalizzato agli approfondimenti delle formazioni rocciose sotterranee per verificare le previsioni progettuali, individuare eventuali presenze di strutture geologiche fragili o la presenza di acque sotterranee diverse da quelle ipotizzate.

 

La strategicità del progetto è stata recentemente ribadita con l'inserimento tra le opere ferroviarie strategiche nazionali nel Piano di ripresa e resilienza (Recovery Plan). Un'opera importante per il corridoio europeo, così come per il capoluogo nel più ampio progetto di recupero dell'areale ferroviario con l'interramento della linea storica e il rafforzamento del collegamento nord-sud.

 

La Provincia di Trento ha recentemente pubblicato sul sito dedicato le informazioni sulla valenza europea di questo piano, le caratteristiche del Corridoio del Brennero in termini di flussi di traffico, incidenza del trasporto merci su gomma rispetto a quello su rotaia, impatti ambientali, economici e sociali. Si prevede anche l'inserimento degli aggiornamenti sull'avanzamento progressivo dei lavori e delle novità progettuali attese nei prossimi mesi (Qui info).

 

La società di ingegneria Italferr su incarico di Rfi sta ultimando il progetto di fattibilità tecnico economica della circonvallazione di Trento, come concordato nei protocolli d'intesa sottoscritti con la Provincia di Trento e il Comune di Trento. La circonvallazione sarà dedicata alla linea merci e bypasserà la città di Trento con una galleria di circa 12 chilometri.

 

Il progetto in Trentino prevede il quadruplicamento della ferrovia del Brennero, finalizzato ad un utilizzo ottimale della linea di alta capacità garantita dal nuovo Tunnel di base lungo la valle dell’Adige. Il progetto si distingue in lotti funzionali: il lotto prioritario che interessa i centri urbani di Trento e Rovereto (denominato Lotto prioritario 3 “Circonvallazione di Trento e Rovereto”) e i lotti di completamento, che si raccordano a nord con la provincia di Bolzano e verso sud da Rovereto verso il confine meridionale del Trentino. Rete Ferroviaria italiana è il soggetto incaricato della progettazione, in accordo con la Provincia di Trento e gli enti locali.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 dicembre - 05:01
Sono moltissimi in queste settimane i bambini rimasti a casa dall'asilo con diverse patologie. Non solo virus sinciziale ma anche casi di otite, [...]
Cronaca
03 dicembre - 08:24
Gli acquirenti, dopo aver visionato i veicoli su internet si recavano per dei giri di prova in concessionaria. A quel punto consegnavano agli [...]
Cronaca
03 dicembre - 07:42
E' successo nel tunnel tra Laives e Bronzolo. Sulla dinamica esatta dell'incidente sono in corso le verifiche da parte dei carabinieri di Egna
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato