Contenuto sponsorizzato

Sondaggi a Povo, il sindaco ai cittadini: "Siamo consapevoli del disagio, ma c'è chi vuole impedire la realizzazione del progetto"

Ianeselli torna a parlare di ferrovia e del progetto integrato costituito dalla circonvallazione e dalle possibilità che questa apre. Per rispondere alle domande e alle preoccupazioni dei cittadini si terrà un webinar il 18 febbraio dove interverranno il sindaco, l'assessore Facchin e dirigenti comunali e di Rfi

Di M.Sartori - 15 February 2021 - 16:47

TRENTO. Si torna a parlare di ferrovia anche nella conferenza stampa post Giunta di stamattina, lunedì 15 febbraio. In particolare il sindaco ha dedicato qualche parola ai sondaggi in corso in collina a Povo per verificare l’attuabilità del progetto per la circonvallazione ferroviaria, fondamentale per i successivi lavori di interramento della ferrovia.

 

“Il progetto integrato costituito dalla circonvallazione ferroviaria e dalle possibilità che si aprono per la rigenerazione urbana della parte nord di Trento ha subito un’accelerazione improvvisa grazie al Recovery Plan. Siamo contenti di quest’accelerazione, che rappresenta un’enorme opportunità per la città per due motivi: perché questo progetto ci consentirà di trasferire gran parte del traffico autostradale su rotaia e insieme di liberare spazio urbano”, ha dichiarato Ianeselli.

 

Siamo consapevoli – continua il primo cittadino - del fatto che questi sondaggi creano disagi ai cittadini. Disagi dovuti soprattutto alla forte presenza di forze dell’ordine (Qui articolo) che vigilano perché c’è chi non solo non condivide la nostra idea sull’importanza del progetto, non solo contesta, ma ritiene che si debba impedire che il progetto vada realizzato (Qui articolo)”.

 

Per coinvolgere la cittadinanza nei progetti del Comune e per spiegare le ragioni di certe decisioni il sindaco ha anche annunciato l’inizio di una serie di incontri appositamente pensati. “Non possiamo purtroppo fare le serate in circoscrizione a Povo. Però il 18 febbraio faremo un webinar sui sondaggi e sul progetto integrato: a me toccherà la parte introduttiva, poi interverranno l’assessore alla Transizione Ecologica Ezio Facchin, che come sappiamo questi argomenti li conosce, alcuni dirigenti comunali e di Rfi: parleremo dunque del disegno urbanistico e dei motivi per cui siamo arrivati al sondaggio di Mesiano”, conclude Ianeselli.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
29 novembre - 11:31
Le Camere di Commercio di Trento e Bolzano appoggiano la proposta dell'assessore al turismo che a molti era parsa quasi una boutade in un mondo che [...]
Cronaca
29 novembre - 11:05
L'inchiesta ha preso il via ad inizio anno, in questa nuova fase sono state individuate ulteriori aree adibite a discarica vicino al fiume [...]
Politica
28 novembre - 19:37
Zaia è sicuro, il Veneto viaggia spedito verso l’autonomia: “Entro la fine dell’anno avremo lo strumento per definire costi e fabbisogni [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato