Contenuto sponsorizzato

Spaccio in piazza della Portela, le forze dell'ordine fermato un uomo di 52 anni: stava vendendo dell'eroina a un 27enne

Gli agenti si sono mimetizzati tra i clienti del supermercato che si trova in via Torre Vanga e sono poi riusciti, nel momento della consegna delle dosi e dei soldi a fermare il pusher 

Pubblicato il - 16 January 2021 - 09:15

TRENTO. Spacciava eroina tra via Torre Vanga e piazza della Portela ma gli agenti della Squadra Mobile, in collaborazione con la Polizia Locale di Trento, mimetizzati tra i clienti del supermercato in via Torre Vanga, sono riusciti a fermarlo.

 

A finire in manette è stato un pusher di 52 anni. Le forze dell'ordine hanno notato, all’uscita del negozio, un uomo avvicinarsi ad un cliente ed i due allontanarsi verso piazza della Portela.

A questo punto gli agenti della Questura hanno seguito i due, attraversando la strada assieme a loro. Appena arrivati vicino alla torre di piazza della Porterla, lo straniero ha offerto della droga al suo accompagnatore, ricevendo una somma di 30 euro.

 

Non appena l’acquirente, in giovane trentino di 27 anni, ha dato il denaro e, di contro, lo spacciatore ha tirato fuori dalla bocca un involucro per cederlo al giovane, gli agenti sono piombati sul pusher magrebino e l’hanno bloccato, assieme agli agenti della Polizia Locale di Trento, prima che potesse ingerire le altre 13 dosi di droga, nascoste nel cavo orale.

 

Lo spacciatore, una persona senza fissa dimora, più volte controllato dagli equipaggi della Volante della Questura di Trento, in alcuni edifici abbandonati in via Asiago, oltre alla droga, è stato trovato in possesso di circa 400 euro, in banconote di piccolo taglio, frutto di precedenti vendite. Il denaro, così come le dosi di eroina sono state sequestrate ed il cinquantaduenne tunisino arrestato.

 

A parlare di "tolleranza zero" contro lo spaccio e di "azione di controllo e presidio del territorio" è il questore di Trento. "L’obiettivo - ha spiegato - è non lasciare alcun margine di iniziativa, a soggetti che possano pensare di poter occupare gli spazi lasciati liberi da altri, perché in carcere, è così continuare ad alimentare l’offerta di droga a Trento. Lo vogliamo  fare con il coinvolgimento di tutte le Forze di Polizia”.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 settembre - 11:25
Nelle Carte di Regola, delle raccolte di norme che nel tardo Medioevo sono state redatte e raccolte dalle comunità agricole trentine, si [...]
Cronaca
26 settembre - 12:37
Nel corpo della 55enne rinvenute tracce di ansiolitici in quantità sufficiente, secondo l'ipotesi degli inquirenti, per comprometterne le [...]
Cronaca
26 settembre - 10:25
Palazzo Chigi, sul sito internet del Governo, ha pubblicato l'aggiornamento delle Faq rispondendo alle domande scaturite dall'approvazione del [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato