Contenuto sponsorizzato

"Sudici sudisti", Scanzi: ''Il bel Merler deve avere studiato virologia con Salvini e Briatore. Magari lo metto nel prossimo La Congiura dei peggiori''

La vicenda è balzata anche a livello nazionale sulle pagine de Il Fatto Quotidiano. L'ex candidato sindaco della destra e attuale vice presidente del Consiglio comunale è stato ripreso in un post dal giornalista Andrea Scanzi: "Notevole anche la difesa finale: 'Sono cresciuto ascoltando Franco Battiato'. Che è proprio una tesi difensiva inattaccabile contro le accuse di razzismo. Ma li fanno tutti così, questi qua?"

Di Luca Andreazza - 05 gennaio 2021 - 19:24

TRENTO. "Questo bel figurino si chiama Andrea Merler e sarebbe stato benissimo ne La Congiura dei peggiori. Magari lo metterò nel seguito". Vetrina nazionale per il già candidato sindaco della destra alle elezioni amministrative a Trento che è finito nel mirino di Andrea Scanzi, firma de Il Fatto Quotidiano. Il vice presidente del Consiglio comunale è diventato protagonista anche di un video (sotto in forma integrale): "E' il mio nuovo idolo, voglio un poster", dice il giornalista.

 

Se Merler è intervenuto ("Mi si sta riservando un trattamento eccessivamente offensivo alla mia persona e alla mia famiglia. Non mi sembra corretto” - Qui articolo), il vice presidente del Consiglio comunale di Trento in queste ore è travolto da una valanga di polemiche dopo il suo post (poi rettificato in parte) attraverso il quale aveva descritto il governo usando le parole "sudici sudisti" e "Un governo meridionalista e sudista, in salsa Pd e 5Stelle, a trazione foggio-salernitana (con cultura del debito) non potrà mai capire il valore culturale, salutistico ed economico della montagna" (Qui articolo).

 

Ma la vicenda è balzata anche sulle pagine de Il Fatto Quotidiano (Qui articolo), così come è stata ripresa da Scanzi sul suo profilo social. "Vice presidente del Consiglio Comunale di Trento. Ex candidato (sconfitto) del centrodestra alla carica di sindaco. Già nel 2018 aveva deliziato le masse con una lettera tragicomica in cui, chiedendo di essere votato, infarciva l’aulico scritto di arcaismi caricaturali ed erroracci ortografici. Ma fin qui lo sto adulando troppo. In un post su Facebook, il bel Merler si è scagliato contro il governo, reo di non riaprire gli impianti sciistici. Ottima idea. In effetti, con la terza ondata in arrivo, riaprire tutto aiuterebbe molto il contagio. Il bel Merler deve avere studiato virologia con Salvini e Briatore".

 

 

Il giornalista ricostruisce quanto avvenuto in queste ore. "Con toni garbati, il bel Merler, professione avvocato, ha attaccato il governo Conte 2 con parole per nulla razziste: 'Un governo sudista a trazione foggiosalernitana non potrà mai capire il valore culturale, salutistico ed economico della montagna'.

Ce l’aveva con Conte, nato in provincia di Foggia, e Di Maio, nato ad Avellino (Salerno non c’entra una mazza). Poi il capolavoro finale: 'Siamo cittadini e non sudditi di sudici sudisti'. Bravo Merler. Questi sì che sono toni da statista. Poi, subissato dalle critiche, il bel Merler si è difeso dalle accuse di razzismo dicendo: 'Ho i genitori che vivono in Sicilia'. Un po’ come quelli che dicono: 'Non sono omofobo, ho tanti amici gay'. Notevole anche la difesa finale: 'Sono cresciuto ascoltando Franco Battiato'. Che è proprio una tesi difensiva inattaccabile contro le accuse di razzismo. Ma li fanno tutti così, questi qua? Ci sono o ci fanno? Roba da matti. E il bello è che, grazie a Renzi, ce li troveremo tutti presto al governo. Condoglianze".

 

Poi l'invito alle persone che seguono la sua pagina: "Siate garbati nei commenti. Non fate come loro!".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 gennaio - 20:37

Le difficoltà in ambito scolastico sono molte a causa dell'emergenza Covid-19. A fronte delle enormi incertezze e il ricorso alla didattica a distanza, che non sempre incontra il gradimento di famiglie e studenti, molti studenti hanno comunque deciso di investire sul proprio futuro per un'esperienza formativa all'estero

20 gennaio - 15:57

Per tentare di eludere il controllo dei carabinieri un uomo e una donna, che trasportavano 10 panetti di cocaina, hanno presentato una falsa autocertificazione. Una volta scoperti entrambi sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio e false dichiarazioni a pubblico ufficiale ma sono stati pure sanzionati per non aver rispettato le misure anti-Covid

19 gennaio - 13:58

Attraverso una serie di aziende cartiere creavano falsi crediti tributari che i clienti potevano comprare per diminuire i propri debiti verso l'erario. I soldi ottenuti venivano poi ripuliti all'estero tramite banche straniere

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato