Contenuto sponsorizzato

Tragedia in Vallagarina, ucciso dal colpo d'arma da fuoco esploso da un carabiniere alla gamba. La vittima è Matteo Tenni e aveva aggredito i militari con l'accetta

Il sindaco di Ala, Claudio Soini: "Un momento drammatico per tutti. Una persona è, purtroppo, deceduta. Una tragedia per la mamma e per la famiglia, ma anche per le forze di polizie e per i carabinieri che sono dovuti intervenire in questo modo. La comunità accuserà il colpo e gli strascichi si trascineranno per parecchio tempo"

Di L.A. - 09 aprile 2021 - 21:43

ALA. E' Matteo Tenni, la vittima del colpo d'arma da fuoco esploso dal carabiniere in Vallagarina. Sono in corso le indagini e le ricostruzioni del dramma che si è consumato in queste ore. 

 

"Non ci sono grandi parole". Così Claudio Soini, sindaco di Ala, raggiunto all'esterno dell'abitazione e che si è recato sul luogo appena ricevuta notizia. "Un momento drammatico per tutti. Una persona è, purtroppo, deceduta. Una tragedia per la mamma e per la famiglia, ma anche per le forze di polizia e per i carabinieri che sono dovuti intervenire in questo modo. Nessuno si sarebbe aspettato un evento così traumatico: la comunità accuserà il colpo e gli strascichi si trascineranno per parecchio tempo". 

 

La tragedia si è consumata intorno alle 18 di venerdì 9 aprile a Pilcante di Ala. Il 44enne, già noto per alcuni episodi nel passato legati alla sfera psichica, si trovava a bordo della sua auto, quando si è imbattuto in un controllo ordinario dei carabinieri.

 

I militari gli avrebbero intimato l'alt, ma Tenni avrebbe tirato dritto per forzare il posto di blocco. E' cominciato quindi un inseguimento lungo le vie lagarine e il 44enne è riuscito a seminare i carabinieri, i quali però sono riusciti a riconoscerlo e risalire all'indirizzo della sua abitazione, dove vive con l'anziana madre.

 

Si sono presentati alla casa. A quel punto la situazione è definitivamente degenerata. Il 44enne sarebbe uscito dal garage con un'accetta in mano e si sarebbe scagliato contro l'auto della pattuglia e poi ha cercato di aggredire i carabinieri.

 

Un militare per cercare di fermare Tenni, ha estratto la pistola e ha esploso un colpo. Il 44enne è stato colpito e quindi è finito a terra, ferito in maniera estremamente grave alla gamba e ha iniziato a perdere molto sangue.

 

Immediato l'arrivo dei vigili del fuoco di Ala e dell'ambulanza, si sono portati sul posto anche i rinforzi delle forze dell'ordine.

 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno blindato l'area, mentre le condizioni del 44enne sono apparse fin da subito disperate e da Trento è stato fatto decollare l'elicottero.

 

Il personale sanitario e l'equipe medica hanno cercato di salvare la vita di Tenni. Le manovre, però, sono risultate vane, il 44enne è morto sul posto.

 

 Sono ancora in corso i rilievi e vengono raccolte le testimonianze per comprendere esattamente la dinamica di quanto avvenuto; anche il magistrato di turno, ha raggiunto l'abitazione per le verifiche e gli approfondimenti di rito.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 settembre - 23:11
L'uomo è stato trovato ormai senza vita dai soccorritori dopo l'allarme lanciato dai familiari per un mancato rientro a casa. L'incidente è [...]
Cronaca
23 settembre - 19:36
Trovati 36 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 18 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Cronaca
23 settembre - 19:02
Un minuto dopo il decollo da Folgaria si è verificato un guasto meccanico che ha determinato il distacco del portellone laterale destro. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato