Contenuto sponsorizzato

Cambio di gestione per il Rifugio Bindesi, dopo 7 anni gli ex titolari lasciano il posto a Nunu's: ''Non ci siamo ripresentati al bando di Sat, via a una nuova vita''

Dal 2015 a marzo 2022 il Rifugio Bindesi è stato gestito da Fabio Bortolotti, Ilaria Valenti e Federico Weber. Al loro posto ora arriverà Nunu's, la società trentina già titolare di un locale in via Mazzini e uno alle Albere. Buselli: "Manterremo la tradizione culinaria del territorio dando continuità al rifugio. Organizzeremo anche incontri formativi e culturali"

A sx gli ex gestori Weber e Valenti, a dx il nuovo titolare di Nunu's Buselli
Di Francesca Cristoforetti - 01 luglio 2022 - 20:29

TRENTO. Ripartirà con una nuova gestione il Rifugio Bindesi "Pino Prati" che dalla prossima settimana sarà affidato a Nunu's, la società di Andrea Buselli, Alessandro Coser, Ivan Fonsatti, già titolari in centro storico di un locale in via Mazzini e uno alle Albere oltre che proprietari di diversi food truck.

 

La struttura sopra l'abitato di Villazzano, di proprietà della Sat e raggiungibile in poco tempo anche dalla città, aveva chiuso i battenti a marzo scorso con l'ultima gestione, durata ben 7 anni, in mano a Fabio Bortolotti, sua moglie Ilaria Valenti e Federico Weber, allora poco più che trentenni. 

 

"Siamo subentrati dopo più di 20 anni di gestione storica di Anita Cagol che era qui prima di noi - racconta Bortolotti a Il Dolomiti - era la prima volta che ci lanciavamo in un'avventura simile nonostante Ilaria e Federico avessero già lavorato nel mondo della ristorazione e dell'accoglienza. Sono stati anni ricchi e intensi, gli ultimi due di pandemia particolarmente difficili viste le continue aperture e chiusure. Vogliamo ringraziare tutti i nostri affezionati ospiti che ci hanno sempre supportato".

 

Poi lo scorso febbraio l'annuncio della Sat per indire un nuovo bando che cambia le condizioni contrattuali: "Neanche il tempo di riprenderci - prosegue l'ex titolare del rifugio - e purtroppo è arrivata inaspettata la disdetta da parte di Sat. Avremmo voluto continuare a dare il meglio, come abbiamo sempre cercato di fare in questi 7 meravigliosi anni di Bindesi. Ma abbiamo deciso di non ripresentarci al bando, e ci siamo buttati in altri progetti. Si inizia così una nuova vita".

Nonostante un velo di malinconia che accompagna gli ex gestori per questa struttura "dove ci siamo tanto divertiti soprattutto per il clima famigliare che si era instaurato tra il personale, auguriamo il meglio e facciamo l'in bocca al lupo ai nuovi che arriveranno".

 

Nunu's è la società tutta trentina che si è aggiudicata il primo posto tra i circa 25 candidati arrivati alla fase finale del bando. Accanto alla figura centrale di Andrea Buselli, il socio che più di tutti in questa candidatura si è messo in prima linea, fondamentale dalla prossima settimana sarà il ruolo di Alessandro Zecchini, non solo chef ma anche futuro referente per il rifugio.

"Siamo già affermati nel mondo della ristorazione - sostiene Buselli intervistato da Il Dolomiti - ma siamo anche grandi appassionati di montagna, essendo tutti e tre sportivi. Io mi sono messo in gioco in prima persona, essendo maestro di sci, oltre che aver lavorato diverse stagioni nei rifugi".

 

La nuova gestione punta a "mantenere la tradizione culinaria montana del territorio, senza stravolgere la natura del rifugio, ma piuttosto dando una certa continuità anche al lavoro svolto dalle gestioni precedenti". 

 

Nunu's punta a far vivere la struttura tutto l'anno, "valorizzando il territorio anche con serate a tema e incontri formativi e culturali con alpinisti e produttori locali", in modo che il rifugio possa diventare anche un punto d'incontro "non solo nei weekend ma anche durante la settimana".

 

Progetti che verranno attuati una volta avviata la stagione: "E' una sfida assolutamente nuova anche per noi - conclude Buselli - ma seguendo la filosofia della nostra azienda vorremmo proporre cibo e materia prima di qualità, mantenendo quel clima di convivialità che ha sempre caratterizzato questo rifugio".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 agosto - 18:23
Non semplici le operazioni di soccorso rese difficili dalla vegetazioni fitta che ha complicato l'individuazione del luogo da parte [...]
Montagna
14 agosto - 17:30
Ammonta a quasi mezzo milione il debito ancora da saldare al soccorso alpino: dal 2020 a oggi l’Ulss 1 Dolomiti ha emesso ben 769 fatture per un [...]
Cronaca
14 agosto - 16:35
Era caduta nel crepaccio ieri ed oggi i vigili del fuoco sono intervenuti chiedendo il supporto dell'elicottero Drago 59 del reparto volo di Venezia
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato