Contenuto sponsorizzato

Covid, nelle Rsa di Nomi e Cavedine tornano le visite ''libere'' senza prenotazioni: ''Il nostro protocollo possibile modello organizzativo del futuro''

Dopo l’apertura alle visite in presenza, primi in Italia, nel marzo 2021, le equipe di direzione delle due strutture coordinate da Livio Dal Bosco le Apsp Opera Romani di Nomi e Residenza Valle dei Laghi di Cavedine renderanno operativo il progetto “Oltre la pandemia: nuove modalità di visita in RSA”

Di L.P. - 02 April 2022 - 11:43

TRENTO. Un nuovo protocollo che consente l’accesso libero dei familiari ai luoghi di vita degli ospiti, senza prenotazione, sette giorni su sette e senza limiti temporali. Si tratta di una vera e propria svolta organizzativa dopo due anni di limitazioni, di restrizioni e di sofferenze che prenderà avvio da lunedì, 4 aprile, nelle case di riposo di Nomi e Cavedine. 

 

Dopo l’apertura alle visite in presenza, primi in Italia, nel marzo 2021, le equipe di direzione delle due strutture coordinate da Livio Dal Bosco le Apsp Opera Romani di Nomi e Residenza Valle dei Laghi di Cavedine renderanno operativo il progetto “Oltre la pandemia: nuove modalità di visita in RSA”. ''Il protocollo - spiegano Francesca Parolari e Cristina Conti che presiedono le due strutture -, che poggia su accurate analisi epidemiologiche, su una rigorosa valutazione dei rischi e su una solida struttura organizzativa, è stato valutato dai tecnici dell’Azienda sanitaria ed è stato ritenuto rispondente sia ai requisiti normativi che agli indispensabili requisiti di sicurezza epidemiologica. Attivate le visite in presenza senza barriere, rese operative già dall’8 marzo 2021, lo sforzo delle nostre due Apsp si è quindi concentrato sull’individuazione di un protocollo operativo, epidemiologicamente sicuro, al fine di consentire ai familiari vaccinati di godere appieno del sacrosanto diritto di stare vicino ai loro cari, anch’essi vaccinati, accedendo agli spazi di vita delle Rsa''.

 

Tutto ciò dovrebbe permettere agli ospiti di riallacciare quei rapporti quotidiani con le persone care che risultano essenziali per il loro benessere psico-fisico e di cui sono stati per lungo e troppo tempo privati. ''Dopo avere messo in sicurezza le strutture - proseguono le due presidenti - ed aver ridotto al minimo il rischio biologico legato alla pandemia da Sars-CoV-2 sostenendo le vaccinazioni degli ospiti e applicando con rigore le normative di legge che impongono agli operatori e ai sanitari la vaccinazione, abbiamo ritenuto di investire tempo ed energie sull’obiettivo più importante da perseguire, quello di consentire l’incontro in sicurezza tra i nostri anziani e i loro cari all’interno delle RSA, negli spazi di vita, ogni giorno della settimana e senza prenotazione''.

 

''Con questo progetto - concludono Parolari e Conti - si sana una ferita che ha creato tanto dolore e tante amarezze. Si disegna, tuttavia, anche un possibile modello organizzativo per le Rsa del futuro che, da un lato, dovranno fare ancora i conti con le problematiche correlate ai rischi da contagio ma, dall’altro, dovranno obbligatoriamente preservare e garantire buone e soddisfacenti relazioni tra l’anziano e la sua famiglia. Crediamo di aver accolto e di aver dato una risposta efficace all’appello di molti, tra familiari, volontari, ospiti e cittadini che con parole accorate, forti e chiare ci hanno invitato a fare ogni sforzo per far tornare le nostre RSA ad essere luoghi accoglienti e di incontro tra gli anziani e i loro cari. Da lunedì 4 aprile 2022, torna a splendere nuovamente il sole sulle nostre RSA. ''

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 giugno - 18:52
A partire dal 2023 sindaci, vicesindaci e assessori si vedranno aumentare le indennità per una cifra che va dal 18% al 46%. Ossanna: “Riteniamo [...]
Politica
30 giugno - 19:49
Futura e Sinistra Italiana chiedono le dimissioni del consigliere Lorenzo Prati che in aula aveva detto: “È facile fare il finocchio con il coso [...]
Cronaca
30 giugno - 19:25
L'incidente è avvenuto nella zona di Vermiglio lungo una strada forestale. Il mezzo è precipitato per svariati metri finendo contro un albero: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato