Contenuto sponsorizzato

Durante la cronaca lo chiama neg*o invece che Greco. Il calciatore incontra il cronista: ''Può capitare a tutti di sbagliare''

La parola ''fine'' a questa vicenda, che è stata ripresa dalle più importanti testate nazionali (dal Corriere della Sera a Fanpage) ed è stata anche oggetto di un'interrogazione parlamentare (''in materia di razzismo non si scherza'') non poteva che metterla lui, il diretto interessato. Eleven Sport ha sospeso il cronista Stefano Carta (per la prima volta facciamo il suo nome) ma l'auspicio è che questa sospensione duri il meno possibile come dichiara lo stesso Greco

Di Luca Pianesi - 03 December 2022 - 16:44

VICENZA. Il nome del cronista non l'avevamo nemmeno mai fatto ma a questo punto siamo contenti di poterlo scrivere usando le parole del calciatore Freddi Greco proprio il giocatore che è stato chiamato ''negro'' durante la telecronaca di Vicenza-Trento: "Oggi ho conosciuto Stefano Carta e ci siamo abbracciati. Può capitare a tutti di sbagliare: succede a me in campo, può succedere fuori dal campo, confondendo un nome. Visto il risultato finale della gara, speriamo di vederti commentare presto un’altra nostra partita. Ora testa a domani, per continuare sulla strada che abbiamo intrapreso''. 

 

Un errore, quindi, certificato anche dallo stesso calciatore. Che se vogliamo era l'unico legittimato a dirlo ed è per questo che il gesto di Greco è particolarmente importante e bello da comunicare. La notizia di quanto accaduto durante la telecronaca di Trento-Vicenza è rimbalzata su tutti i giornali nazionali (dal Corriere della Sera a Fanpage, passando per le testate locali venete, il Mattino e chi più ne ha più ne metta e tutti hanno sbattuto il nome e cognome del telecronista nei loro articoli) come sui siti specializzati. E addirittura è approdata anche in Parlamento con un'interrogazione presentata dal senatore vicentino di Forza Italia Pierantonio Zenettin che ha spiegato: “Ho presentato immediatamente un'interrogazione ai ministri dello Sport e dello Sviluppo economico, Andrea Abodi Adolfo Urso, perché valutino l'opportunità di adottare sanzioni nei confronti del telecronista ed eventualmente anche dell'emittente televisiva. In materia di razzismo non si scherza e non sono ammesse indulgenze”.

 

Come raccontato ieri da il Dolomiti infatti, nel corso del match di mercoledì, al minuto 12 del primo tempo, il commentatore ha chiamato per due volte “negro” il numero 15 vicentinoFreddi Greco, originario del Madagascar e adottato da una famiglia romana, mentre il calciatore si apprestava a battere una punizione (Qui Articolo). Un lapsus costato caro al giovane cronista trentino sia in termini di immagine che lavorativo visto che oggi Eleven Sports è intervenuta sulla vicenda e ha deciso di sospenderlo dalla collaborazione. Una sospensione che, a questo punto, speriamo tutti duri il meno possibile. Come ha chiarito Greco: ''Può capitare a tutti di sbagliare: succede a me in campo, può succedere fuori dal campo, confondendo un nome''.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 gennaio - 22:07
A intervenire nelle ricerche i vigili del fuoco e i carabinieri. Presente anche l'ambulanza e il personale sanitario. Purtroppo un 70enne è [...]
Politica
26 gennaio - 20:50
Polemiche per l'allestimento della pista da sci di fondo tra piazza Duomo e via Belenzani per l'edizione numero 50 della Marcialonga. L'intervento [...]
Montagna
26 gennaio - 18:40
La cerimonia si è svolta ieri sera nella capitale: i soci della sezione Cai di Roma espulsi dopo l'emanazione delle Leggi razziali nel '38 sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato