Contenuto sponsorizzato

Dall'esperienza con visore della guida da ubriachi alle testimonianze, centinaia di studenti protagonisti del progetto "Abc l'Autostrada del Brennero in città"

Nel villaggio della sicurezza i ragazzi hanno potuto assistere a una simulazione di incidente e di come funziona l'intervento della macchina dei soccorsi

Foto di Perini Oscar - Soccorso stradale Aci Global
Pubblicato il - 12 aprile 2024 - 13:40

RIVA DEL GARDA. Una sala piena e grande interesse per il progetto didattico "Abc l'Autostrada del Brennero in città" nella tappa a Riva del Garda. A partecipare 313 studenti delle scuole secondarie di secondo grado del Trentino. Un numero che porta così a 30.681 il totale dei giovani formati dal progetto didattico promosso da Autostrada del Brennero con la polizia stradale dalla prima edizione di dieci anni fa.

 

La giornata di martedì 9 aprile si è aperta con i saluti istituzionali: “Purtroppo la prima causa di morte per i giovani della vostra età – le parole di Diego Cattoni, amministratore delegato di Autobrennero - è l’incidente stradale. In queste dieci edizioni abbiamo ottenuto e stiamo ottenendo risultati straordinari, sensibilizzando migliaia di giovani ai temi della sicurezza stradale. Autostrada del Brennero ha un tasso di incidentalità nettamente più basso della media italiana, ma non ci accontentiamo: il nostro obiettivo è ottenere valori prossimi allo zero e il progetto Abc, accanto agli investimenti in tecnologia, innovazione e manutenzione, è uno degli strumenti attraverso cui portiamo avanti questa strategia”.

 

I giovani coinvolti nell'iniziativa hanno potuto comprendere cosa significa vedere un amico morire a 20 anni per eccesso di velocità o un parente investito da un’auto condotta da qualcuno distratto alla guida perché al cellulare.

 

“Ogni volta che vado nelle scuole esordisco con una domanda, che pongo anche a voi - dice Elia Cerroni, dirigente della Sezione polizia stradale di Trento - quanti ricordano quanti segnali stradali incontrano nel percorso da casa a scuola? Sento un grande silenzio. Ecco, vi suggerisco di partire da qui: la giornata di oggi deve essere rivolta a questo, comprendere quali sono gli errori che maggiormente commettete e imparare a correggerli".


(Foto di Perini Oscar - Soccorso stradale Aci Global)

Se il Commissario del Governo Filippo Santarelli ha inviato un videomessaggio ai ragazzi, Cristina Santi, sindaca di Riva del Garda e consigliera di amministrazione di Autobrennero, ha posto l’accento sulla “sicurezza che contraddistingue l’A22, forse una delle autostrade più sicure d’Italia. Gli standard elevatissimi messi a disposizione fanno la loro parte, ma anche voi dovete fare la vostra, prestando massima attenzione alla guida perché l’errore umano è la causa principale degli incidenti”. La Sovrintendente scolastica Viviana Sbardella ha portato il saluto per la Provincia: “La scuola lavora moltissimo su cittadinanza e responsabilità, concetti che ritroviamo anche qui, con Abc: far comprendere che la sicurezza è importante per noi ma anche per tutti coloro che incrociamo sulla nostra strada è un’operazione davvero fondamentale”.


(Foto di Perini Oscar - Soccorso stradale Aci Global)

L'obiettivo di “Abc l'Autostrada del Brennero in città" è proporre ai ragazzi degli ultimi due anni del ciclo delle scuole secondarie di secondo grado con sede nelle province attraversate dall’A22 (Bolzano, Trento, Verona, Mantova, Reggio Emilia e Modena) un contenitore formativo specificatamente dedica­to ai comportamenti corretti da adottare in autostrada, partendo dall’esperien­za di “Icaro”, che tratta invece l’educazione stradale in tutte le sue declinazioni, dall’attraversamento della strada per i più piccoli fino alla guida di autoveicoli.


(Foto di Perini Oscar - Soccorso stradale Aci Global)

Gli obiettivi sono quindi avvicinare i ragazzi al Codice della Strada, dare agli studenti in procinto di prendere la patente gli strumenti per una corretta valutazione del rischio e promuovere un comportamento corretto e responsabile quando si è in viaggio in autostrada.  Il progetto si è dimostrato sempre un utile strumento di prevenzione e affian­camento ai giovani che si apprestano a guidare in autostrada, un ambiente con regole e attenzioni diverse dal contesto stradale che generalmente si conosce meglio.


(Foto di Perini Oscar - Soccorso stradale Aci Global)

Un evento diviso nella parte teorica e quella più pratica gestita da due formatori dell'A22 e della polizia stradale. Inoltre c'è stato spazio alle testimonianze, come quella di Mauro Bernardi, costretto in sedia a rotelle dopo un incidente subito a bordo del suo camion. 


(Foto di Perini Oscar - Soccorso stradale Aci Global)

“Percorrevo migliaia e migliaia di chilometri al mese in tutta Europa. Ero coscienzioso, prudente, convinto di tenere la mia vita in pugno. Poi la paura, il buio e l’incidente. Ricordatevi che le cose brutte possono capitare anche alle persone buone. Ma noi non siamo quello che ci capita, quanto piuttosto come reagiamo".

 

Non sono mancate, infatti, risate e qualche lacrima, a testimonianza di un alto coinvolgimento dei ragazzi, rinforzato dalla partecipazione, per classi, a un quiz in tempo reale sui temi trattati, distribuito attraverso la piattaforma Kahoot. A rispondere meglio di tutti la 5L Gardascuola che si aggiudicherà un premio.

 

La seconda parte, invece, più pratica ha permesso ai giovani di toccare con mano i rischi e i pericoli e le prassi virtuose dello stare al volante. Nel villaggio della sicurezza, allestito da vigili del fuoco di Riva del Garda e San Michele all’Adige, Aci, Croce Rossa e Croce Bianca di Trento, Trentino Emergenza e Centrale Unica Emergenza 112 oltre all'Autobrennero e alla polizia stradale, i partner dell’iniziativa hanno fatto vivere a tutti i presenti, nelle varie postazioni, un frammento dell’esperienza di un incidente: dalla prova di frenata su un percorso ad hoc alle pratiche di soccorso, alla simulazione - attraverso speciali visori - della guida in stato di ebbrezza.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 maggio - 16:26
Sistemato in una cella singola, per due giorni resterà a Roma, mentre ad inizio settimana sarà trasferito in Veneto. In un primo momento si era [...]
Cronaca
18 maggio - 17:20
E' successo nelle scorse ore nel Bellunese, fortunatamente non ci sono state persone coinvolte. Sul posto è intervenuta la squadra dei vigili [...]
Politica
18 maggio - 15:56
Le consigliere e i consiglieri di maggioranza del Consiglio Comunale di Trento, sul tema della sicurezza in città, "respingono al mittente le [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato