Contenuto sponsorizzato

Politiche sociali e spazi per il dialogo ed il confronto: le proposte dei cittadini per lo sviluppo e la crescita di Rovereto

Il gruppo cittadino “Osservatorio aperto”, costituito da quattro roveretani, ha presentato in Casa Rosmini i “10 passi per Rovereto”, una serata informativa dedicata ad approfondire le tematiche più rilevanti con lo scopo di individuare insieme alla comunità un percorso di crescita positiva della città

Di Silke Bridi - 22 febbraio 2024 - 10:38

ROVERETO. “Il futuro lo possiamo scrivere anche noi cittadini, il nostro approccio visionario vuole essere uno spunto per l'innovazione dei progetti già esistenti e la possibile creazione di nuove opportunità, soprattutto per i giovani”. Queste le parole dei membri del gruppo cittadino “Osservatorio aperto”, Andrea Gentilini, Pietro Lorenzi, Sandro Turella e Ruffo Wolf, durante la presentazione del lavoro portato avanti dai quattro per individuare un possibile percorso di sviluppo della città e del territorio. “I 10 passi per Rovereto” è il titolo dato alla serata informativa, che si è tenuta ieri nella Sala degli Specchi di Casa Rosmini e dedicata proprio all'approfondimento delle tematiche territoriali più rilevanti.

 

I cittadini e le cittadine presenti hanno assistito all'illustrazione del lavoro del gruppo e l'evento ha rappresentato un'importante occasione di confronto attivo tra i cittadini e le cittadine. “È evidente l’esigenza di rileggere con nuovi occhi i progetti già esistenti per rilanciarli in modo innovativo a vantaggio dello sviluppo urbano– hanno detto i quattro, ricordando l'importanza della partecipazione cittadina al voto – ogni roveretano può incidere positivamente sul proprio futuro, a partire dalla possibilità di andare a votare per il bene comune, a prescindere dalle singole preferenze”.

 

La prerogativa comune, è stato detto nel corso dell'incontro, è di vivere in una città bella, curata, sicura, dove trovare adeguate condizioni lavorative e poter costruire il proprio futuro senza dover andar altrove. Uno dei primi “passiper Rovereto presentati in sala ha riguardato il campo delle politiche sociali, per la tutela delle fasce di popolazione definite come “fragili” e delle cosiddette “nuove povertà”. Inoltre si è data molta importanza al potenziamento di specifici percorsi di aiuto e supporto verso le problematiche crescenti delle nuove generazioni che spesso causano disagio psichico e vanno ad accrescere in modo preoccupante anche i fenomeni Neet, Hikikomori e baby gang.

 

Tra le proposte innovative l’incremento di spazi in centro città per il dialogo e il confronto come per esempio la predisposizione di un centro “hub” per la creazione di diverse attività sul territorio, un’area per raccogliere e gestire biblioteche e collezioni private accessibile al pubblico, un laboratorio al Mart per dare spazio a giovani promesse dell’arte e della ricerca.

 

L’approccio “visionario” che ha caratterizzato la serata è stato anche condiviso dalla sindaca Giulia Robol che ha così espresso la sua gratitudine verso gli organizzatori dell’incontro e i partecipanti: ”Un messaggio di ottimismo dai cittadini per i cittadini, la costruzione del futuro del nostro territorio parte soprattutto dalla società civile che, come questa sera, si mette in gioco per contribuire al bene comune. Gli spunti molto interessanti potranno certamente essere oggetto di futuri dibattiti per avviare azioni concrete con l’intento di migliorare i servizi della città”.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 11:06
Ad essere predati alcuni capi di ovini e un'asina. Il sindaco di Rotzo Luciano Spagnolo: "Necessario trovare soluzioni condivise sia a livello [...]
Cronaca
20 aprile - 11:19
L'uomo alla guida del mezzo è stato denunciato perché si è rifiutato di sottoporsi ai controlli per verificare se stesse guidando sotto [...]
Cronaca
19 aprile - 16:47
Gli ultimi aggiornamenti al 15 di agosto 2023: aumentati di poco più di 300 unità i disoccupati in Provincia di Bolzano. L'assessora Amhof: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato