Contenuto sponsorizzato

Cercasi insegnante all'Enaip, l'annuncio è affisso al bar

"Non l'abbiamo messo noi", fa sapere la scuola professionale di Villazzano.

Pubblicato il - 30 settembre 2016 - 11:10

TRENTO. "Cercasi insegnante di tedesco per sostituzione annuale". Il numero da chiamare è quello dell'Enaip di Villazzano. Il foglietto con l'annuncio è affisso il Caffè Ateneo di via Zanella, attaccato al muro con lo scotch. Un modo un po' strano, per una scuola pubblica (ma forse per qualunque scuola) di cercare personale.

 

Il vicedirettore della scuola professionale Oreste Pisoni ci assicura che l'Enaip non c'entra nulla: "E' vero che cerchiamo un insegnante di tedesco - afferma - ma non mettiamo i foglietti nel bar per cercarlo". Ci spiega che c'è una graduatoria da rispettare, "non prendiamo certo il primo che si presenta quei perché ha letto l'annuncio mentre beveva il caffè". Ma se si finisce la graduatoria oppure se quelli in lizza non accettano, il primo che capita potrebbe tornate utile, anche se arriva attraverso l'annuncio, "ma dovremo comunque fare un colloquio, verificare i requisiti".

 

Raggiunta al telefono, la dirigente del Dipartimento della conoscenza della Pat Livia Ferrario sorride: "Abbiamo già verificato, si tratta di uno scherzo, di una goliardata. Ci sono procedure, leggi, regolamenti: non si accede ad una sostituzione in una scuola attraverso questi annunci". Chissà chi l'ha messo quell'annuncio, forse un volenteroso che voleva aiutare il prossimo. Forse per questo l'ha messo proprio lì, vicino alla Facoltà di lettere: "Cercasi laureato/a", specifica il messaggio. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

28 ottobre - 08:43

I contagi sarebbero partiti da almeno due pazienti che erano “sfuggiti” alle maglie dei controlli perché negativi al primo tampone. Fra infermieri e oss ci sono 12 sanitari positivi, anche alcuni pazienti fra i contagiati. Nel frattempo sono state disposte una serie di sanificazioni straordinarie

27 ottobre - 19:32

I ristoranti dolomitici tirano un sospiro di sollievo con la proroga che sposta dalle 20 alle 22 la chiusura delle cucine e chiedono alla loro clientela di anticipare l’arrivo ai tavoli. Alfio Ghezzi: "Dobbiamo crederci, far vedere agli ospiti che noi siamo operativi, pronti a soddisfare le esigenze e che lo facciamo in assoluta garanzia sanitaria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato