Contenuto sponsorizzato

Contagiata dalla malaria, è morta a quattro anni la piccola Sofia

Sofia non ce l'ha fatta, è morta alle 12.15 a Brescia. Il contagio è avvenuto in Italia, ora si sta indagando su come sia stato possibile

Pubblicato il - 05 settembre 2017 - 09:50

TRENTO. E' morta all'ospedale di Brescia Sofia Zago, la piccola di soli 4 anni contagiata dalla malaria. Sabato scorso la piccola era stata portata al Pronto soccorso pediatrico dell'ospedale di Trento dopo alcuni giorni di febbre alta che i genitori non riuscivano in nessun modo ad abbassare.

 

Poco dopo il ricovero, però, le sue condizioni sono precipitate, la bambina è entrata in coma. Nel frattempo un campione di sangue è stato inviato al laboratorio per le analisi e i tecnici hanno subito capito che si trattava di malaria.

 

Con l'elicottero, la bambina è stata trasportato d'urgenza agli Spedali Civili di Brescia, nel reparto Malattie tropicali, ma la piccola era ormai un caso disperato, impossibile da curare nonostante siano state avviate immediatamente tutte le procedure previste dai protocolli. Sofia non ce l'ha fatta, è morta alle 12.15 a Brescia

 

Già dalle prime ore, i medici si sono interrogati sulla causa del contagio. Di solito ci si ammala di malaria durante i viaggi all'estero, i casi autoctoni sono rarissimi. La famiglia Zago era stata nelle settimane precedenti a Bibione, ma la piccola era stata anche ricoverata in pediatria poco dopo ferragosto.

 

Per questo motivo, nella mattinata di oggi, sarà effettuata la disinfestazione del reparto di pediatria del Santa Chiara di Trento dove la piccola era stata ricoverata in precedenza. E l'ospedale del capoluogo, come prevede la legge, ha informato il ministero delle Salute, informandolo che a Trento una bambina ha contratto la malaria ed è morta.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 marzo - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 marzo - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

06 marzo - 15:14

Ha preso avvio il progetto pilota per effettuare l'autotest nasale nelle scuole primarie altoatesine. Dopo il no della Ripartizione italiana, sono state 11 le strutture che hanno preso parte, con 1145 bambini su 1673 testati, di cui 3 risultati positivi. L'assessore alla Salute Thomas Widmann: "Il metodo sembra funzionare"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato