Contenuto sponsorizzato

"Esplosione" nella metropolitana di Londra. Feriti alla stazione di Parsons Green

Una fiammata sarebbe partita da un sacchetto ferendo alcune persone. Altre sono rimaste schiacciate dalla fuga della folla spaventata. Al momento non si segnalano vittime

Pubblicato il - 15 September 2017 - 10:46

LONDRA. "Bruciature sul viso" ed escoriazioni e altri feriti causati dall'effetto panico della folla. C'è stata un'"esplosione" o comunque una grossa fiammata, nella metropolitana di Londra e ci sarebbero una ventina di feriti. Questo quanto riportano i giornali online Sun e Metro. Il fatto si sarebbe svolto alla stazione Parsons Green, come la stessa polizia londinese ha confermato.

 

Al momento non è chiaro cosa sia accaduto. I tabloid inglesi mostrano l'immagine di una sorta di primitivo ordigno. Una busta con dei cavi dalla quale si sarebbe sviluppato il fuoco. Il servizio della metropolitana è stato sospeso tra Earls Court e Wimbledon e l'Underground in quella zona è stata completamente evacuata.

 


 

Il tutto si sarebbe svolto intorno alle 9.20 italiane, le 8.20 di Londra come comunica la London Ambulance Service su Twitter. Sul posto vigili del fuoco, polizia, personale sanitario e unità speciali.

 


 


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 March - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 March - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

06 March - 15:14

Ha preso avvio il progetto pilota per effettuare l'autotest nasale nelle scuole primarie altoatesine. Dopo il no della Ripartizione italiana, sono state 11 le strutture che hanno preso parte, con 1145 bambini su 1673 testati, di cui 3 risultati positivi. L'assessore alla Salute Thomas Widmann: "Il metodo sembra funzionare"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato