Contenuto sponsorizzato

Frontale a Fiavé. Il 60enne alla guida di una delle due auto positivo all'alcol test

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 sulla statale 421. Ad avere la peggio la signora che era alla guida dell'altro mezzo trasportata all'Ospedale di Arco con diversi traumi

Pubblicato il - 24 September 2017 - 18:56

FIAVE'. E' risultato positivo all'alcol test con valori tre volte superiori al consentito il 60enne che era alla guida di uno dei due veicoli che questo pomeriggio hanno fatto un frontale a Fiavé sulla statale 421. L'uomo era alla guida della sua auto e stava risalendo la strada che da Riva collega Ponte Arche e dopo una curva ha perso leggermente il controllo del mezzo finendo per allargare troppo la traiettoria.

 

Nell'altra direzione stava arrivando una signora di 61 anni che ignara di tutto si è vista arrivare il mezzo del signore incontro. Ha tentato di rallentare ma non c'è stato niente da fare. I due veicoli si sono scontrati frontalmente con tanto di testacoda successivo per quello guidato dall'uomo che è praticamente stato rimbalzato. I due mezzi, hanno anche travolto parte del guard rail.

 

Sul posto i vigili del fuoco di Fiavé e la polizia locale delle Giudicarie che ha refertato tutto e fatto l'alcol test al signore risultato con valori molto al di fuori del consentito (il triplo). La signora, invece, è stata soccorsa dall'ambulanza ed è stata portata all'ospedale di Arco con diversi traumi e dolori. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 February - 12:36

Continua a correre il contagio da Coronavirus in Alto Adige. Sono 350 le persone risultate positive nelle ultime 24 ore. Ancora pesante il bilancio dei decessi. Con gli ultimi 7 il numero di vittime in questa seconda fase sale a 730

26 February - 10:41

E' polemica attorno alla scelta di un liceo di Thiene di dar vita a un "gruppo di confronto e scambio Lgbt". Dopo le richieste di una madre e blogger di bilanciare con "uno spazio su eterosessualità e famiglia tradizionale" è intervenuta anche l'assessora regionale all'Istruzione Elena Donazzan: "Inopportuno e forzato trattare un tema così delicato"

26 February - 11:01

In Trentino Alto Adige la relazione della Dia fa riferimento a soggetti riconducibili alla criminalità mafiosa che mantengono un basso profilo al fine di sviluppare le proprie attività, principalmente incentrate sul reimpiego di capitali in attività lecite. L'’operatività di affiliati alla ‘ndrangheta è emersa in Trentino e in Alto Adige già a partire dagli anni ‘70

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato