Contenuto sponsorizzato

Guardie mediche, il nuovo assetto funziona. Luca Zeni: "I dati confermano che non vi è stato alcun rischio di intasare i pronto soccorso"

I dati sugli interventi di guardia medica e gli accessi ai pronto soccorso provinciali mostrano la positività della nuova organizzazione

Di gf - 29 dicembre 2016 - 08:06

TRENTO. Dal 2 novembre scorso, a partire dalle ore 20, i cittadini hanno avuto a disposizione 21 sedi di guardia medica con 108 medici che hanno garantito, gratuitamente, a tutti i cittadini iscritti al Servizio sanitario provinciale, le prestazioni sanitarie non differibili.

 

Si tratta di casi per i quali il medico di continuità assistenziale interviene su questioni di salute nelle fasce orarie e nei giorni in cui l’apertura dell’ambulatorio del proprio medico curante o del pediatra di libera scelta risulta chiuso.

 

L'Azienda sanitaria ha analizzato i dati disponibili del sistema informativo riferiti a due anni (2015-2016) per il periodo 2 novembre - 8 dicembre. La comparazione ha evidenziato che il numero di interventi totali (consulti telefonici, visite ambulatoriali comprensive delle richieste di sola ricettazione e visite domiciliari) è lievemente diminuito, passando da 8.767 prestazioni del 2015 a 8.032 per lo stesso periodo del 2016. A fronte di questa diminuzione non si rileva però un aumento negli accessi totali ai pronto soccorso provinciali che sono stati 19.064 nel 2015 e 18.819 per lo stesso periodo del 2016.

 

Un dato, questo, che dimostra come in seguito alla riorganizzazione non vi è stato quindi un maggior ricorso al pronto soccorso.

 

I dati riferiti al numero di interventi all’ora effettuati dal medico di continuità assistenziale per il periodo 2 novembre - 8 dicembre 2016 si attestano su un valore inferiore a un intervento all’ora (comprensivi di consulti telefonici, visite ambulatoriali e visite domiciliari).

 

Dal confronto dei dati sui due periodi nel 2016 risulta un lieve incremento rispetto agli interventi per ora del 2015: tale incremento è determinato dalla riduzione del numero delle sedi di continuità assistenziale e conseguentemente del numero delle ore di servizio. Tale risultato era uno degli obiettivi della riorganizzazione: avere medici che affrontino una maggiore casistica durante il turno di servizio. Per quanto riguarda il numero di interventi effettuati in ogni turno si rileva che la media provinciale del totale degli interventi per l’anno 2016 è di circa 6,4 interventi per ogni turno di dodici ore rispetto ai 4,9 del 2015.

 

A confermare la bontà della riorganizzazione delle guardie mediche (continuità assistenziale) è anche l'assessore provinciale alla Salute, Luca Zeni. “Questi dati confermano quando avevamo detto all'inizio. Avevamo spiegato bene – ha spiegato l'assessore - una cosa che inizialmente era stata frutto di fraintendimento. Un conto è la rete di urgenza-emergenza che viene gestita dal 118, da tutta la rete delle ambulanze e dalle associazioni, un conto invece è la continuità assistenziale che vuol dire che quando io ho il mio medico di base non è presente, se non voglio aspettare, mi rivolgo guardia medica. Questa distinzione è fondamentale per evitare di avere la percezione che una riorganizzazione possa portare dei problemi”.

 

Per l'assessore provinciale, “i dati diffusi dall'Azienda sanitaria mostrano che non si è andati incontro al rischio paventato di intasare i pronto soccorso e nemmeno al rischio di intasamenti delle guardie mediche. Al momento non ci sono problemi. La situazione continuerà ad essere tenuta monitorata e vedremo se saranno necessari in futuro dei cambiamenti”. 

 

Occorre ricordare, infine, che il nuovo assetto del servizio ha previsto che nelle zone ad alto afflusso turistico siano attivate ulteriori sedi di continuità assistenziale con apertura stagionale ad Andalo, Levico Terme, Madonna di Campiglio, Malé e San Martino di Castrozza.

 

 

 

 

INTERVENTI
 02/11/2015 - 08/12/2015
  consulto telefonicoricettazione + visita ambulatorialevisita domiciliareTotale
 Sedi di CAN. IntervN. IntervN. IntervN. Interv
CENTRO NORDCALAVINO2010938167
TRENTO4099121661.489
Totale4291.0212041.656
CENTRO SUDALA2811834180
BLEGGIO SUPERIORE136526105
BORGO CHIESE108741138
SPIAZZO168318118
FOLGARIA5811197
MORI8318343312
RIVA DEL GARDA3623654326
ROVERETO4731.031781.583
ARCO4333233409
BEZZECCA8681591
TIONE DI TRENTO585898
Totale7202.3693613.457
ESTBORGO VALSUGANA6028323367
PIEVE TESINO22403496
LEVICO TERME1922348292
PERGINE VALSUGANA3552853621
BASELGA DI PINÉ1217321206
CAVALESE101455160
PREDAZZO257828131
POZZA DI FASSA1915125195
S. MARTINO DI CASTROZZA 527
TONADICO1715127195
Totale2191.7772662.270
OVESTANDALO8261246
CEMBRA38315101
CLES4513043218
DENNO1210115128
FONDO2410223149
MALÉ1513727179
MEZZOLOMBARDO2115621198
PELLIZZANO 752196
SEGONZANO2158685
TAIO1513930184
Totale1641.0072131.384
 Totale APSS1.5326.1741.0448.767

 

 

 02/11/2016 - 08/12/2016
  consulto telefonicoricettazione + visita ambulatorialevisita domiciliareTotale
 Sedi di CAN. IntervN. IntervN. IntervN. Interv
CENTRO NORDCALAVINO346523122
TRENTO *5648831021.549
Totale5989481251.671
CENTRO SUDALA5312721201
PONTE ARCHE (ex Bleggio Superiore) 011
BORGO CHIESE (Loc. Condino)139532140
PINZOLO148818120
FOLGARIA117622110
MORI9424434372
RIVA DEL GARDA7544769592
ROVERETO4461.154871.688
MADONNA DI CAMPIGLIO ****    
     
     
Totale7062.2312843.224
ESTBORGO VALSUGANA7931557455
     
LEVICO TERME *** 325
PERGINE VALSUGANA10562182810
     
     
PREDAZZO4416624234
POZZA DI FASSA1919025235
S. MARTINO DI CASTROZZA *** 314
TONADICO1814826192
Totale2651.4462171.935
OVESTANDALO *** 639
CEMBRA4314137221
     
     
FONDO2011815153
MALÉ ***426738
MEZZOLOMBARDO2223047300
PELLIZZANO239436153
     
TAIO7919158328
Totale1918062031.202
 Totale APSS1.7605.4318298.032
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 01:29

Se il Pd è il primo partito, la lista di Ianeselli è il secondo nel blocco del centrosinistra autonomista a quota 7,94%, tallonato dal Patt e poi da Futura. Nel centrodestra fa due consiglieri Fratelli d'Italia e tre la lista Trento Unita Merler Sindaco. La Lega piazza 5 esponenti

23 settembre - 09:09

Il Partito Democratico passa da un 12,6% del 2015 al 6,86 ma cala anche il Patt. Tra gli eletti con il maggior numero di voti ottenuti c'è Daniela Casagrande di Civic@ per Pergine seguita da Carlo Pintarelli (322 voti) di prospettiva Futura e Stefano Tomaselli del Patt con 230 voti

23 settembre - 09:12

Attorno alle 4.30 di mercoledì 23 settembre è arrivata alla centrale dei vigili del fuoco di Bolzano una richiesta di aiuto. Uno sversamento in uno stabilimento d'alluminio della città aveva provocato un incendio. Sul luogo i pompieri del corpo permanente e quelli di Oltrisarco, che in poche ore hanno spento le fiamme

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato