Contenuto sponsorizzato

La Polizia di Trento smantella un'organizzazione criminale transnazionale

Il danno si aggira su un milione di euro, tre gli stati coinvolti e i furti sono avvenuti in 10 province italiane ed in 3 länder austriaci.

Pubblicato il - 16 gennaio 2017 - 09:02

TRENTO. Reati di associazione per delinquere, furto aggravato, indebito utilizzo di carte di credito e reato transnazionale. La Polizia di Stato di Trento ha dato esecuzione a 6 misure cautelari nei confronti di componenti di una organizzazione criminale transnazionale dedita al furto di carte di credito di carburante di aziende di autotrasportatori con sede in Italia ed Austria.

 

Il danno si aggira su un milione di euro, tre gli stati coinvolti e i furti sono avvenuti in 10 province italiane ed in 3 länder austriaci.

 

L’importante operazione è stata condotta dalla Squadra Mobile di Trento in collaborazione con le Autorità di polizia austriache.

 

Nel corso della mattinata verranno dati ulteriori dettagli. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato