Contenuto sponsorizzato

Oggi e domani il Trentino festeggia l'autonomia

Alle ore 16, in Sala Depero, il riconoscimento al popolo trentino con la consegna simbolica, da parte del governatore Ugo Rossi, dell'Aquila di San Venceslao,

Pubblicato il - 04 settembre 2016 - 08:35

A settant'anni dall'accordo De Gasperi-Gruber il Trentino festeggia l'autonomia con una due giorni ricca di eventi. Oggi la sede della Provincia e del Consiglio Provinciale in piazza Dante apriranno le porte ai cittadini.

Si inizierà alle ore 10 nel palazzo della Provincia, con un intervento musicale nel porticato antistante Sala Depero che precederà il momento dell'apertura al pubblico del palazzo con il saluto di benvenuto del governatore Ugo Rossi.

Per individuare le strade future che potrà imboccare la nostra autonomia occorre però partire dalla sua storia, da ciò che l'autonomia è stata in passato, da ciò che ha rappresentato, da come si è sviluppata fino ai giorni nostri: un compito facilitato dalla mostra multimediale "Fra Italia e Austria" sui 70 anni dell'Accordo Degasperi-Gruber allestita nell'Atrio Winkler, la cui inaugurazione è in programma alle 10.30, mostra alla quale si affianca anche una esposizione, anch'essa multimediale, sulla vicenda delle sette famiglie siriane profughe di guerra che hanno trovato ospitalità in Trentino grazie al primo corridoio umanitario aperto dall'Italia in risposta all'emergenza migranti.

 

Lo stesso Atrio Winkler sarà lo spazio che ospiterà, a partire dalle ore 11, anche la Maratona di lettura in cui sarà la lettura di testi a tema a comporre una originale "storia del Trentino" attraverso lettere, diari e altre testimonianze dirette.

Un momento conviviale a cura dei Nu.Vol.A. (i Nucleo volontari alpini che proprio in queste ore hanno dato inizio alla loro nuova missione di volontariato nei luoghi del centro Italia colpiti del terremoto del 24 agosto scorso), nel cortile interno del palazzo della Provincia, alle ore 12, sarà l'intermezzo di una giornata che riserva al pomeriggio altri due "eventi": alle ore 16, in Sala Depero, il riconoscimento al popolo trentino con la consegna simbolica, da parte del governatore Ugo Rossi, dell'Aquila di San Venceslao, la più alta onorificenza della Provincia autonoma di Trento, a 4 testimonial generazionali.

La prima delle due giornate dedicate ai 70 anni dell'Accordo Degasperi-Gruber si concluderà, alle 17, ancora nella bellissima Sala Depero, con la presentazione da parte del presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti della Consulta per il Terzo Statuto.

 

Sala Depero sarà ancora domani, lunedì 5 settembre, la sede che ospiterà la cerimonia ufficiale per il 70° dell'Accordo Degasperi-Gruber. Sarà l'occasione per ricordare il contesto storico nel quale maturò quell'accordo, ed a farlo sarà, alle ore 11, il professor Giuseppe Zorzi. Seguiranno l'intervento del presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti, quello del presidente del Consiglio delle autonomie locali della provincia di Trento Paride Gianmoena e del presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi. Alle 11.30 l'atteso intervento del Ministro degli esteri Paolo Gentiloni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 gennaio - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 gennaio - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 gennaio - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato