Contenuto sponsorizzato

Pullman fuori strada in Alta Val di Non, il bilancio è di 33 feriti e un morto

I feriti sono stati trasportati a Trento, Cles, Rovereto, Bolzano e Merano. A questo bollettino si aggiunge un ferito, fortunatamente non grave, a Dermulo, dove si è verificato un sinistro tra un'ambulanza che si dirigeva sul luogo dell'incidente e un furgone, che nell'impatto si è rovesciato su un lato

Di Luca Andreazza, Luca Pianesi e Donatello Baldo - 04 August 2017 - 22:50

CAVARENO. Il bilancio finale del tragico incidente sulla statale 43 in direzione Cavareno e proveniente da Ronzone avvenuto intorno alle 19 è di 33 feriti e un deceduto, l'autista. Nel dettaglio sono sette le persone trasportate in elicottero a Trento, due a Rovereto, sedici a Cles, cinque a Bolzano (due in elicottero) e tre a Merano. Al Santa Chiara e all'ospedale di Cles sono state attivate le unità di crisi per gestire l'afflusso dei passeggeri coinvolti in questo drammatico episodio.

 

Un incidente che ha impegnato numerosissimi operatori, che ha visto la sinergia e collaborazione tra le centrali operative di Trento e Bolzano e il coinvolgimento di ospedali diversi, così come l'intervento dei vigili del fuoco dell'Alta Val di Non e le forze dell'ordine. Tutti in campo con le proprie competenze e professionalità per gestire in tempi rapidi e sicuri questa difficile situazione.

 

A questo bollettino si aggiunge un ferito, fortunatamente non grave, a Dermulo, si è verificato un sinistro tra un'ambulanza che si dirigeva sul luogo dell'incidente e un furgone, che nell'impatto si è rovesciato su un lato. 

 

Gli accertamenti delle forze dell'ordine sono ancora in corso per ricostruire l'esatta dinamica, anche se si parla di un possibile malore del conducente, prende sempre più forza l'ipotesi del guasto ai freni della corriera.

Un pullman fuori strada, morti e feriti

 

Il pullman della Repubblica Ceca stava scendendo da Passo Mendola e già all'altezza di Ronzone sembra stesse già viaggiando a forte velocità, tanto che alcuni testimoni affermano anche di aver sentito un acre odore di freni deteriorati.

 

Il fumo ha quindi invaso l'abitacolo e il mezzo è uscito di strada, dopo una curva, finendo su un grosso prato e terminando la sua corsa su un dosso. Secondo le prime ricostruzioni sembra che questa manovra sia stata voluta dall'autista nel disperato tentativo di rallentare il pullman. I colpi però sono stati fatali per il conducente, che è l'unico a perdere la vita nell'impatto: il muso del mezzo è infatti completamente sfondato. 

 

Sul posto sono giunti tutti i corpi dei vigili del fuoco dell'Alta Val di Non e i permanenti di Trento, sono state allertate ambulanze da tutta la zona, compreso due elicotteri di Trentino Emergenza e un Pelikan da Bolzano. La corriera è stata immediatamente messa in sicurezza tramite una ruspa per tenerla in equilibrio, mentre i numerosi soccorritori prestavano celermente le prime cure sui prati circostanti e i pompieri andavano avanti e indietro dal mezzo per le operazioni legate al pullman.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 March - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 March - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

02 March - 19:40

C'è la firma sul nuovo Dpcm, il primo del premier Draghi, che entra in vigore dal 7 marzo al 6 aprile, Pasqua inclusa. Un'altra novità riguarda cinema e teatri. "Dal 27 marzo sarà possibile con una prenotazione online, tornare a frequentare i luoghi della cultura"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato