Contenuto sponsorizzato

Scivolano sul ghiacciaio per 20 metri, portati all'ospedale due alpinisti di 60 anni di Trento

I due uomini stavano affrontando l'ultimo tratto di ghiacciaio per arrivare alla cresta per la Pala nord del Carè Alto. Per la caduta uno si è fratturato la gamba l'altro ha riportato diversi traumi al torace. Decisivo l'intervento del soccorso alpino

Pubblicato il - 03 agosto 2017 - 17:11

VAL RENDENA. Sono scivolati per una ventina di metri sul ghiacciaio riportando uno dei politraumi, l'altro una frattura alla gamba. E' successo a due alpinisti di 60 anni di Trento questa mattina sul Carè Alto in Val Rendena. I due uomini stavano affrontando in cordata il ghiacciaio e procedevano legati per risalire il tratto più ripido: l'ultima scalata per arrivare alla cresta per la Pala nord del Carè Alto.

 

All'improvviso uno dei due è scivolato trascinando l'altro per una ventina di metri. Nella caduta entrambi si sono feriti, riportando, uno, una frattura alla gamba e, l'altro, dei politraumi al torace. A dare l'allarme al numero unico d'emergenza 112 sono stati gli stessi alpinisti comunque coscienti ma con diversi problemi a riprendersi.

 

L'area operativa Trentino occidentale del soccorso alpino ha quindi inviato sul posto l'elicottero con a bordo il personale medico e il tecnico dell'elisoccorso del soccorso alpino e una squadra di terra della zona Adamello Brenta del soccorso alpino portata in quota con il mezzo aereo.

Giunti sul posto, i soccorritori hanno prestato le prime cure ai feriti e dopo averli caricati a bordo dell'elicottero con il verricello li hanno trasportati uno all'ospedale di Tione e l'altro al Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 05:01

Il Cibio è stato tra i primissimi centri di ricerca in Italia a ipotizzare di sviluppare un vaccino per contrastare Covid-19. I laboratori coordinati da Pizzato e Grandi erano arrivati, anche piuttosto velocemente, a chiudere la fase pre-clinica. Poi a luglio ci si è fermati per l'impossibilità di raccogliere un finanziamento di un paio di milioni: "Ci sarebbe un modo anche per comprendere nel prodotto l’efficacia contro specifiche varianti del virus"

26 febbraio - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 febbraio - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato