Contenuto sponsorizzato

Solleva la saracinesca, entra nel bar e ci trova i dipendenti. Finisce a bottigliate

Un rumeno è stato arrestato dai carabinieri dopo una notte al limite. Prima era finito al pronto soccorso in stato di alterazione psico-fisica, poi aveva fatto un furto in una macchina e alla fine è andato in via degli Olmi a infastidire i lavoratori del bar

Pubblicato il - 17 novembre 2016 - 12:55

TRENTO. Una notte al limite è costata l'arresto per un pluripregiudicato nato in Romania. M.G. infatti è stato fermato dai carabinieri della radiomobile di Trento questa mattina, alle 3.30 circa, in via degli Olmi. L' uomo, si era introdotto con la forza nel locale Flambard, dopo aver sollevato la saracinesca e danneggiato la porta d'ingresso. All'interno c'era il personale che stava risistemando gli arredi. L'uomo ha dapprima preteso delle bevande alcooliche e poi al netto rifiuto del personale, si è impossessato di alcune bottiglie di super alcoolici e ha cominciato a scagliarle contro gli stessi dipendenti. Il pronto intervento del militari ha evitato che la situazione degenerasse oltremodo.

 

Ma quello era stato solo l'epilogo di una lunga serata. Le forze dell'ordine, infatti, hanno potuto appurare che poco prima M.G. si era reso autore di un furto in una macchina in zona Stazione, episodio per il quale la Polizia di Stato lo ha deferito, e ancor prima era stato dimesso dal locale pronto soccorso dove si era presentato in stato psico-fisico alterato. L'uomo è stato deferito per "rapina impropria".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato