Contenuto sponsorizzato

Traffico da bollino nero in A22 per il fine settimana

Le previsioni dell'Autostrada del Brennero. Sabato la giornata più critica 

Pubblicato il - 17 agosto 2017 - 10:30

TRENTO. Domani sarà una giornata di traffico sostenuto mentre per sabato e domenica le previsioni sono decisamente peggiori. Sarà soprattutto un fine settimana di rientri quello che ci si appresta ad affrontare anche in A22.

Per la giornata di domani, venerdì 18, il traffico verso Modena intenso con probabili code alla mattina e dovrebbe invece migliorare nel pomeriggio pur rimanendo sostenuto. In direzione Brennero invece, traffico sostenuto alla mattina e regolare per il resto della giornata.

 

Peggiora la situazione invece per sabato. Sia in direzione Modena che in direzione Brennero, infatti, ci sarà il bollino nero dalle 6 alle 12 e dalle 12 alle 18.

 

Criticità nel traffico da bollino nero continueranno anche nella giornata di domenica in direzione Modena. Traffico sostenuto in mattinata dalle 6 alle 12 per chi si dirigerà Brennero.

 

La società Autostrade del Brennero, consiglia ovviamente di programmare il viaggio e la partenza consultando le previsioni del traffico, di concedersi delle pause, consumare pasti leggeri e bere molta acqua.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 19:05

Nel pomeriggio si è riunita la sala operativa della Protezione civile. In arrivo sono previste abbondanti precipitazioni che rischiano di appesantire i manti nevosi, già a rischio scivolamento a quote medio-alte, e di portare i corsi d'acqua al di sopra della soglia d'attenzione. La situazione dovrebbe cambiare nella serata di domani

18 novembre - 18:29

L'uomo ha lasciato la sua casa di Quero Vas nel primo pomeriggio di ieri e da quel momento non si sono più avute notizie

18 novembre - 12:04

Il problema è più diffuso di quel che si potrebbe pensare infatti sono molti i senza fissa dimora che pur di non separarsi dall’amico animale scelgono di non accedere alle strutture residenziali, sfidando la rigidità dell’inverno e talvolta mettendo in pericolo la propria vita

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato