Contenuto sponsorizzato

Trento Fiere, Claudio Alì "Nessun evento per il 2017 sarà annullato"

L'amministratore unico di Trento Fiere rassicura gli organizzatori

Pubblicato il - 25 ottobre 2016 - 21:13

“Nessuna manifestazione verrà persa, indipendentemente dal luogo dove si svolgerà”. Claudio Alì, amministratore unico di Trento Fiere ha deciso di intervenire personalmente per rassicurare le gli espositori sul futuro degli spazi di via Briamasco e soprattutto per garantire gli organizzatori di “Fa' la Cosa Giusta” per l'edizione 2017.

 

Questi ultimi, infatti, si erano espressi nei giorni scorsi con preoccupazione sulla possibilità di organizzare la manifestazione fieristica il prossimo anno visto la non disponibilità del piano inferire di Trento Fiere.

 

“Ho incontrato l'organizzatore dell'evento, Dario Pedrotti – ha spiegato Claudio Alì – e siamo riusciti a chiarire la situazione. Noi, ma anche il Comune di Trento, siamo stati molto chiari nel dire che nessun evento andrà perso ed è una condizione importante dell'accordo raggiunto”.

 

Un'attenzione molto alta, ha quindi spiegato l'amministratore, viene data alle aziende che organizzano eventi e che fino ad oggi hanno utilizzato i padiglioni di via Briamasco.

 

“Attualmente ci sono circa 4 mila 800 metri a disposizione per gli eventi fieristici in città – ha affermato l'amministratore di Trento Fiere – e i metri che verranno messi a disposizione saranno uguali e tutti su un piano. Anche se magari non verrà immediatamente all'inizio del 2017, comunque la nuova struttura assicuro che ci sarà e chi organizza eventi non deve aver timori”

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 19:59

Nel rapporto odierno la Provincia specifica che sono 6 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Una quindicina di casi è legata alle indagini condotte tra i raccoglitori di frutta, mentre un numero analogo invece è collegato a contagi avvenuti in ambiti familiari. Emerge anche oggi un caso legato ai cluster della filiera alimentare

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato