Contenuto sponsorizzato

Ritorna la Sagra della Ciuiga, tra ottanta espositori e il coinvolgimento di tutto il paese

Valorizzare un borgo parlando del suo prodotto tipico: questo è quello che fa ogni anno la Pro Loco di San Lorenzo in Banale con la sua ormai celebre appuntamento

Pubblicato il - 02 novembre 2017 - 15:44

SAN LORENZO IN BANALE. E' tutto pronto per la sedicesima edizione della Sagra della Ciuiga a San Lorenzo in Banale. Il taglio del nostro si terrà sabato 4 alle 10, con la partecipazione del Coro Cima d'Ambienz, ma già da domani sera dalle 18 alle 20 gli stand saranno aperti. 

 

La festa proseguirà quindi sabato 4 novembre dalle 9 alle 20 e domenica 5 dalle 9 alle 18. Un week-end all'insegna di innovazione e tradizione per un evento che celebra l'ormai celebre insaccato.

 

La Sagra della Ciuga quest’anno presenta una sostanziale novità: oltre alla frazione di Berghi, da otto anni teatro della manifestazione, la kermesse coinvolgerà per questa edizione anche gli abitati di Pergnano e Senaso, in modo da rendere tutto il paese un grande palcoscenico dell’evento.

 

Un’ottantina i punti espositivi, divisi tra le tre frazioni e diluiti in un percorso lungo un chilometro e mezzo che coinvolge stand e ristoranti (i quali proporranno un menù tipico, a base ovviamente di ciuiga, al prezzo fisso di 15 euro).

 

Una sagra, dunque, in formato extralarge: una crescita resa possibile grazie alle forti sinergie tra la Pro Loco di San Lorenzo in Banale, guidata dal presidente e regista dell'iniziativa Alessandro Ranica, e il Comune di San Lorenzo Dorsino, l’Azienda per il Turismo Terme di Comano e il circolo dei Presidi Slow Food (Qui info e programma completo).

 

Ricco il programma di attività per le tre giornate: dal mercatino tra le vie del paese, in cui faranno bella mostra di sè enogastronomia, hobbistica, oggettistica, artigianato locali, ai tanti punti di ristoro e locali gestiti dalle associazioni locali.

 

Non mancheranno le visite guidate per il paese, l’intrattenimento con gruppi folk, i laboratori per i bambini. Sarà presente quest’anno anche il PalaOrso, la tensostruttura mobile del Parco Naturale Adamello Brenta dove verranno proiettati dei video inerenti la flora e la fauna locale.

 

E poi ancora sarà possibile apprezzare la mostra fotografica di Mario Benigni, i figuranti rappresentanti gli antichi mestieri, per i più piccoli ci sarà la possibilità di intraprendere passeggiate a cavallo o di impegnarsi nei laboratori per fare il pane oppure ancora per imparare i rudimenti dell’arrampicata sportiva.

 

Alle 14 di sabato verrà inaugurato il Sentiero della Ciuiga, una passeggiata per il paese volta a riscoprire sia i luoghi dove l’insaccato di carne di maiale e rapa veniva confezionato e conservato, sia le bellezze dell’architettura rurale del borgo: due ore circa di passeggiata, adatta a tutte le età.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 febbraio - 19:20

La situazione si complica in Val di Cembra dove i contagi continuano a salire, soprattutto a Palù dove il 14 è coinciso con la ricorrenza del patrono. Si contano 79 nuovi casi a Trento e poi seguono Pergine, Arco, Lavis, Rovereto e Levico Terme 

28 febbraio - 20:11

Nel Comune di Giovo il rapporto contagi/residenti ha raggiunto il 3,3%, il sindaco non esclude l’entrata in vigore di misure più restrittive: Ci sono intere famiglie coinvolte, dove sia i genitori che i figli sono risultati positivi, forse ci sono un po’ meno anziani rispetto alle altre fasce d’età”

28 febbraio - 15:55

Il rapporto è doppio rispetto al livello medio nazionale e anche oggi si registrano 329 nuovi casi di cui 80 tra giovani in età scolare. In un giorno messe in quarantena ben 18 classi (venerdì erano 35 ieri 53)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato