Contenuto sponsorizzato

Al FoyEr l'arte non ha prevede pause

Dalla mostra delle opere di Rita Demattio all'esposizione dei lavori di Cristina Zanella che verrò inaugurata sabato allo spazio culturale e info point del Teatro di Villazzano aperto da poco in Via Galilei. Sono gli assaggi di un calendario di eventi molto fitto e vario che da settembre entrerà nel vivo ospitando diversi aspetti della creatività

Pubblicato il - 26 luglio 2018 - 09:50

TRENTO. Da una mostra all’altra. Da un’espressività all’altra. Da un sentimento ed una tecnica all’altra in un’ estate che non contempla pausa. E’ l’estate d’arte al FoyEr, lo spazio cultural sociale ed info point del Teatro di Villazzano aperto da qualche tempo in via Galilei. Si chiude la bella mostra delle opere di Rita Demattio e subito se ne apre un’altra.

 

 L’appuntamento è per sabato 28 alle 18 e ancora una volta si tratterà di una presentazione “a tu per tu” con il pubblico degli appassionati ma anche dei curiosi d’arte che potranno conoscere il lavoro tra sogno e realtà di Cristina Zanella.  L’artista, classe 1969, vive e lavora a Vezzano in valle dei Laghi. E’ un’autodidatta ma questo nulla toglie alla qualità delle sue ideazioni e alla varietà delle ispirazioni che muovono il suo mondo creativo.

 

 Alla fine degli Anni 90 Cristina Zanella comincia il suo percorso di studi e approfondimenti sulle varie tecniche pittoriche partecipando a numerosi corsi, seminari e scuole di pittura. La intrigano più di tutto la delicatezza degli acquerelli e del pastello ai quali affida la personale navigazione nei porti spesso magici dei segni e dei colori, che diventano temi dominanti della sua produzione. “Il tratto si dissolve in forma-colore – scrive la critica delle sue opere -. lasciando libera espressione alla silenziosa e sognante luminosità delle sue tele. Esse diventano trame cromatiche, libere e liriche espressioni della spiritualità che tessono fili sottili tra il reale e l’interiore verso la consapevolezza”.

 

 Cristina Zanella ha esposto in numerose collettive e personali in ambito nazionale. Alcuni dei suoi quadri sono stati selezionati e premiati: fanno pare di diverse collezioni private e pubbliche.  Con la mostra di Cristina Zanella – la terza ospitata nello spazio di Via Galilei in meno di tre mesi dall’apertura – Estroteatro/TeatroE prosegue nella sua missione si promozione e valorizzazione di chi ha qualcosa da dire attraverso le più diverse forme di creatività.

 

 L’arte espressiva è per altro soltanto un assaggio del progetto con il quale la gestione del Teatro di Villazzano è sbarcata in centro per impostare una sfida di aggregazione multiculturale.All FoyEr, infatti, si sta allestendo un fitto programma di iniziative che entrerà nel vivo dopo settembre attraverso momenti il meno formali possibile dedicati alla prosa, alla letteratura, alla musica e quant’altro verrà proposto agli organizzatori che fin da subito hanno immaginato il FoyEr come un luogo aperto a chi cerca occasioni per far conoscere ed apprezzare le proprie passioni creative.

 

Anche per la mostra di Cristina Zanella il menù della presentazione prevede un incontro tra pittura ed altre forme artistiche. I quadri di Rita Demattio furono introdotti dalla verve affabulatoria di Andrea Visibelli. Questa volta sarà la musica classica, da Conservatorio, a costruire dal vivo la colonna sonora della “vernice” dei quadri di Cristina Zanella.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 12:52

Il consigliere del Movimento 5 Stelle deposita un'interrogazione molto impattante costruita, spiega nello stesso testo, ''su fonti autorevolissime''. E poi chiede anche se la Pat abbia intenzione fare denuncia e avviare un'indagine dopo che è stata data conferma di quanto aveva scoperto il Dolomiti: che il lupo ripescato nell'Avisio aveva zampe e testa recisa

21 novembre - 18:19

Una prima analisi dell'amministrazione comunale ha permesso di censire circa 191 seconde case a fronte di 993 abitanti. Zanetti: "Un numero significativo che già preannunciava una partenza interessante per il progetto. Speriamo di rafforzare le adesioni nel prossimo futuro" 

22 novembre - 15:30

La popolazione è quindi ancora invitata a ridurre gli spostamenti e, in ogni caso, a porre particolare attenzione alle condizioni dei luoghi percorsi. Eventuali situazioni di emergenza andranno comunicate al numero 112

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato