Contenuto sponsorizzato

Angelo Branduardi sotto la cupola del Mart per il concerto dell'Immacolata

L'evento, organizzato dal Comune di Rovereto e Centro servizi culturali Santa Chiara, avrà un risvolto solidale. Parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza

Pubblicato il - 12 novembre 2018 - 15:50

ROVERETO. Torna anche quest'anno il tradizionale concerto dell'Immacolata che si terrà, come al solito, sotto la cupola del Mart. Dopo le esibizioni di Mario Biondi, Franco Battiato e Max Gazzè nelle scorse edizioni, è il turno di Angelo Branduardi nell'evento organizzato dal Centro servizi culturali Santa Chiara.

 

Il prossimo 8 dicembre, alle 21, toccherà così al cantautore e violinista lombardo scaldare il pubblico con il suo stile unico e inconfondibile che ormai da 40 anni lo contraddistingue. Dopo un 2017 di straordinari sold out sia in Italia che all’estero, anche per il 2018 Angelo Branduardi è pronto a portare la sua musica evocativa al pubblico di mezza Europa.

 

Il “menestrello italiano” già da tempo asseconda la sua versatilità in campo musicale, presentandosi al pubblico con concerti basati su diverse formazioni. Può così passare con grande facilità dall’esecuzione in duo del repertorio di musica del passato - che fa parte della sua collana “Futuro Antico” - alla classica formazione folk-rock, con basso e batteria.

 

Se nel primo caso si potrà assistere ad un concerto all’insegna del “meno c’è più c’è”, un viaggio intimo alla “ricerca della magia dei suoni”, nel secondo caso l’artista ripercorrerà tutta la sua travolgente e lunga carriera, costellata da grandi successi.

 

Accompagnato da Fabio Valdemarin alle tastiere, Antonello D’Urso alle chitarre, Stefano Olivato al basso e Davide Ragazzoni alla batteria, Angelo Branduardi riporterà così sul palco quel mondo musicale e creativo che, attingendo dalle leggende popolari e ai suoni del passato, lo ha reso unico sulla scena musicale italiana e internazionale.

Le sue canzoni, capaci di fondere mirabilmente musica e poesia, affondano a piene mani nella spiritualità, elemento fondamentale che per Branduardi rappresenta “il tentativo di guardare al di là della porta chiusa, di scorgere ciò che non c’è ma che si vorrebbe che ci fosse”.

 

"L’evento non sarà solamente una grande occasione di festa per la città - scrive l'amministrazione roveretana - ma avrà anche quest’anno un importante risvolto legato alla solidarietà". Parte dell’incasso, infatti, verrà devoluto in beneficenza ad un’associazione che sarà annunciata nei prossimi giorni dalla stessa amministrazione comunale. 

 

Le prevendite sul circuito Primi alla Prima al numero verde 800013952. Il concerto è promosso dal Comune di Rovereto con il sostegno del Gruppo Dolomiti Energia e Fondazione Cassa di Risparmio Trento e Rovereto. Organizzazione a cura del Centro Servizi Santa Chiara.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 ottobre - 06:01

La piaga riguarda soprattutto persone dai 45 ai 54 anni ma negli ultimi anni sono aumentati notevolmente i giovani. Il Trentino Alto Adige è una delle regioni più colpite in Italia. Da qualche settimana è arrivata sul nostro territorio una sede dell'Osservatorio violenza e suicidio che è già presente in quasi tutti le regioni italiane. A breve a Trento il congresso dal titolo “Blue Whale e la prevenzione dei rischi suicidari” 

13 ottobre - 19:39

Nei punti del governo giallo-rosso c'è anche l'eliminazione del contante a favore dei pagamenti con moneta elettronica. L'Italia è infatti fanalino di coda in questo campo, nonostante il più alto numero di terminali Pos d'Europa. L'economista Cerea: "Non si capisce che pagare in contanti è più rischioso ed oneroso". E c'è chi si oppone perché gli anziani non sarebbero in grado di adattarsi all'innovazione

13 ottobre - 14:36

L'ingegnera Arianna Minoretti, originaria di Como, ingegnera della Norwegian Public Roads Administration in un incontro pubblico ha confermato la fattibilità del progetto. Servirebbe per collegare la ciclabile Riva con Limone e permetterebbe di risolvere diversi punti critici

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato