Contenuto sponsorizzato

Craig, un Leon della sperimentazione

La rassegna Musica Macchina promossa dal Centro Santa Chiara propone sabato 15 al Melotti di Rovereto la performance del musicista e ricercatore statunitense di stanza in Inghilterra che da anni è un punto di riferimento nella ricerca e nell'elaborazione dell'elettronica

Pubblicato il - 13 dicembre 2018 - 07:28

rovereto. Sabato 15 dicembre prosegue all’auditorium Melotti di Rovereto la stagione 2018/19 di Musica Macchina, la rassegna del Centro Servizi Culturali Santa Chiara dedicata alla ricerca sonora sperimentale, con un orecchio di riguardo per i linguaggi della musica elettronica contemporanea: protagonista di questo terzo appuntamento sarà il compositore e musicista CRAIG LEON. Il concerto avrà inizio alle ore 21.00.

 Statunitense ma da tempo residente nel Regno Unito, Craig Leon è stato una figura fondamentale per l’attività di scouting e produzione svolta nel mondo del pop e del rock sperimentale a partire dagli anni Settanta: decisivi sono stati i suoi contributi al lancio delle carriere di artisti come Ramones, Blondie e Suicide, e all’evoluzione del panorama del punk e della new wave dei decenni a seguire.

 Parallelamente, Leon ha portato avanti una propria carriera di compositore: il suo iconico album di debutto Nommos, pubblicato originariamente nel 1981, è un capolavoro dell’elettronica avant-garde che ha sviluppato negli anni un vero e proprio culto grazie alla potenza immaginifica di un suono al confine tra minimalismo, techno primitiva e ipnotiche atmosfere ambient, unita a un’ispirazione legata alla cosmologia della popolazione africana Dogon che ne fa un’autentica opera di sonic fiction.

 Recentemente ristampato da RVNG Intl., Nommos è eseguito dal vivo da Craig Leon con il contributo della voce e del synth di Cassell Webb e, per l’occasione, l’accompagnamento del Quartetto d’archi del Conservatorio Bonporti di Trento.
Oltre a Nommos, Leon eseguirà in anteprima delle parti dell’album di prossima uscita The Canon - Anthology of Interplanetary Folk Music vol. 2.        Il prezzo del biglietto d’ingresso è di 5 Euro (posto unico). 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 marzo - 20:38
Detenuto nelle carceri americane dall'ottobre del 1999, Forti è stato condannato all'ergastolo - secondo una sentenza inappellabile - il 15 giugno [...]
Cronaca
01 marzo - 19:39
Stefan Lechner, nel gennaio del 2020, messosi alla guida nonostante l'alto tasso alcolemico aveva falciato a forte velocità un gruppo di turisti [...]
Cronaca
01 marzo - 18:02
L'uomo stava troncando alcuni piccoli arbusti con la motosega in un campo in località Stedro, nel comune di Segonzano. L'esatta dinamica non [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato