Contenuto sponsorizzato

La felicità secondo Bertrand Russel

Al teatro di Terragnolo torna in scena venerdì lo spettacolo dedicato alla lungimiranza e all'attualità del pensiero del grande filosofo e matematico nell'interpretazione ispirata di Stefano Pietro Detassis e la regia di Maura Pettorruso

Pubblicato il - 28 novembre 2018 - 08:14

TERRAGNOLO. La rassegna Teatro in valle di Elementare Teatro ospita venerdì 30 alle 20.45 a Terragnolo il fortunato lavoro che Trento Spettacoli ha dedicato a Bertrand Russel, "La conquista della felicità" è affidata alla sicura recitazione di Stefano Pietro Detassis per la regia di  Maura Pettorruso. Lo spettatore avrà modo di constatare la grande attualità di un filosofo che ha precorso i tempi con enorme efficacia. 

 

Russel, filosofo, matematico, attivista, pacifista, giunge agli ultimi istanti di una vita lunga 98 anni, piena di lotta, pensiero, fallimento e amore. Nel breve istante che divide la vita dalla morte, sale sulla sua zolla di terra e inizia il suo ultimo viaggio alla ricerca del mistero della vita. Russell rivive la sua esistenza, in un dialogo immaginario e profondo con la costellazione di Cassiopea: i diritti delle donne, l'opposizione alla guerra, la prigione, i viaggi nel mondo, l'educazione dei bambini, l'incontro con Einstein, l'amore libero, i diritti delle minoranze. Russell è in prima linea ovunque ci sia una limitazione alla libertà, e dunque alla felicità, dell'uomo. 

 

 Ecco alcuni poassaggi di recensioni: "Un breve ma sapido viaggio nella biografia interiore di un uomo eccezionale.  Stefano Detassis incarna con intelligente misura lo spirito del filosofo, girando sempre attorno al nucleo inconoscibile e metamorfico che ogni uomo cerca: la felicità. Detassis regge un'ora di spettacolo senza perdere il contatto con la materia viva delle citazioni russelliane. Maura Pettorruso gli consegna una drammaturgia volutamente eterocentrica e frammentaria, rispettosa tuttavia della materia trattata, che la sua stessa regia lega in un flusso costante". (Alessandra Limetti, Hystrio, aprile 2018)

 "I pochi metri quadri di terra, una pietra a simboleggiare in maniera sofisticata un tumulo, ma che brilla della stessa materia degli astri, sono gli elementi di una scena povera ma evocativa. Qui dentro abita quest’uomo, elegante ma peccatore, pronto a togliersi le scarpe per sentire la bellezza del toccare la terra con i piedi, interpretato da un Detassis che man mano che lo spettacolo avanza riesce a condurre il pubblico dentro un labirinto di pensieri non facile, ma che l’attore rende umano e accessibile".

Renzo Francabandera, Pac Paneacquaculture, 27 gennaio 2018

 

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 dicembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 dicembre - 16:12

All'aeroporto il presidente della Provincia Maurizio Fugatti assieme al capo dello Stato Sergio Mattarella

18 dicembre - 13:18

La sostanza stupefacente veniva acquistata attraverso internet utilizzando il "Darkweb" e successivamente veniva spostata in Italia con l'utilizzo di camion. E' la prima volta che in tre mesi un reparto investigativo riesce a raggiungere risultati simili

18 dicembre - 15:13

I tre, un libico e due algerini, non tutti in regola, sono stati fatti scendere alla stazione di Ora e con l’ausilio di un’altra pattuglia sono stati accompagnati presso la Sezione Polizia Ferroviaria di Bolzano. Sono stati ​segnalati alla competente Autorità Giudiziaria per furto aggravato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato