Contenuto sponsorizzato

"Open" da podio, quattro progetti da festival

Decisi i vincitori del concorso che punta a portare nuove produzioni al prossimo Spettacolo Aperto. La giuria ha scelto due proposte locali e due nazionale tra le 120 arrivate. Si tratta di Azione Improvvisa, Dance Makers, Full of beans e Quasark 675 che potranno allestire le loro performance e presentarle al pubblico nella prossima edizione

Pubblicato il - 10 gennaio 2018 - 16:34

PERGINE. Azione_improvvisa, Dance Makers, Full of Beans, Quasark675 – Architetti associati sono i vincitori del bando Open//Creazione Contemporanea, che dal 2012 sostiene artisti che operano nel campo della sperimentazione e della ricerca di nuovi linguaggi del contemporaneo. Cinema, musica, danza. Attraversano tutte le modalità espressive. I progetti vincitori avranno modo di essere protagonisti della prossima edizione di Pergine Spettacolo Aperto. Si sono guadagnati i favori della giuria tra 120 progetti presentati dopo il bando.

 

 Immaginare, reinventare, esplorare la dimensione pubblica attraverso la temporanea trasformazione degli spazi e delle relazioni che danno loro vita era la sfida proposta ad artisti singoli e/o collettivi di tutto il territorio nazionale, che bene la hanno accolta.

 

 La commissione – composta da Fabio Biondi, L'Arboreto Teatro Dimora, Mondaino; Valentina Kastlunger e Valentina Picariello, Zona K, Milano; Emanuele Masi, Bolzano Danza; Chiara Organitini, Terni Festival; Carla Esperanza Tommasini, Pergine Festival – ha esaminato le oltre 120 proposte arrivate da tutta Italia, di cui 14 dal Trentino Alto Adige, selezionando due progetti dal territorio regionale (era riservato un posto per progetto firmato da un artista/collettivo residente in regione) e due dal resto d'Italia.

 

I quattro progetti vincitori del bando attraversano linguaggi e modi diversi per creare connessioni e relazioni con lo spazio urbano e con il pubblico.

La formazione perginese Azione_Improvvisa Ensamble, composta da Andrea Antonel, Margherita Berlanda, Pierpaolo Dinapoli, Raul Masu (tiorba, chitarra elettrica, fisarmonica e interventi elettronici), inviterà il pubblico di Pergine ad assaporare lo spazio attraverso un'esperienza sonora interattiva.

Gli architetti trentini di Quasark675 bene fondono tecnica e creatività.  A Pergine porteranno un'installazione mobile urbana con la quale poter interagire e che rappresenterà un invito a “guardarsi intorno” in un esercizio di consapevolezza di sè e di ciò che ci circonda.

 

 Sarà invece il linguaggio corporeo, con una performace partecipata di danza urbana, a fare da mediazione tra la città, gli abitanti di Pergine e i Dance Makers, gruppo vicentino di artisti della danza impegnato nella realizzazione di itinerari coreografici in luoghi non convenzionali e spettacoli site-specific in musei e spazi urbani.

 

 Infine il cinema, in una declinazione molto speciale, sarà al centro del progetto di Full of Beans, associazione culturale di Latina, impegnata nella diffusione della cultura teatrale e cinematografica nel mondo giovanile: una piccola sala cinematografica allestita in occasione del Festival restituirà le storie che gli artisti raccoglieranno dalla comunità.

 

Ognuno dei progetti vincitori del bando Open sarà parte del programma di Pergine Spettacolo Aperto, in scena il prossimo mese di luglio, garantendo lo sguardo fresco di artisti giovani interessati all'indagine del contemporaneo e allo stesso tempo capaci di mantenere un collegamento con il territorio, con la città, con la comunità. Caratteristiche che saranno sempre più legate al Festival di Pergine.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 14:56

L'incidente è avvenuto questa mattina poco prima di mezzogiorno. Le operazioni di soccorso sono durate più di due ore quando i due sono stati recuperati

27 settembre - 14:11
L'incidenza sul territorio provinciale si attesta a 36,85, mentre Bolzano è a 32,33 e la media italiana a 15,42. Più del doppio e un'altra Regione cerchiata in rosso è la Liguria che segna un 34,48 e in queste ore è stata inserita dalla Svizzera come "zona rossa". Un'incidenza per il Trentino alta anche nell'analisi degli ultimi 14 giorni
27 settembre - 13:36

L'amministrazione informa inoltre che l’istituto scolastico ha adottato tutte le procedure previste e ha seguito le indicazioni del protocollo stabilite in accordo con l’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato