Contenuto sponsorizzato

Perché quando siamo felici il tempo passa velocemente? A questa e a tante altre domande risponderà "Alla scoperta del tempo", il primo festival della scienza targato Muse e Focus

Al via venerdì 18 ottobre: 3 giorni, 70 speaker, oltre 60 incontri, dibattiti e spettacoli. Tra gli ospiti anche il premio Nobel Riccardo Valenti, il celebre neurobiologo vegetale Stefano Mancuso e il filosofo Telmo Pievani. Si parlerà di tempo, in tutte le sue accezioni: dall'astronomia allo sport, dalla geologia alla chirurgia, dalla musica all'intelligenza artificiale

Di Arianna Viesi - 17 ottobre 2019 - 22:24

TRENTO. Al via il primo festival della scienza a Trento grazie alla collaborazione tra Muse e la rivista Focus e la partnership dell'università di Trento. Tre giorni di esperienze interattive, laboratori, incontri, dibattiti e spettacoli dedicati al tempo, in tutte le sue forme, per capire quale futuro vogliamo per il nostro pianeta. Il titolo scelto per la manifestazione, non a caso, è: "Alla scoperta del tempo" (QUI ARTICOLO). 

 

Come sarà il mondo tra dieci anni? Perché, quando siamo felici, il tempo passa velocemente? E perché, al contrario, quando siamo tristi, sembra non passare più? Quant'è diverso, per gli animali, lo scorrere del tempo? A queste, e a tante altre, domande proveranno a rispondere esponenti di spicco del mondo scientifico, ma non solo.

 

Per tre giorni, dal 18 al 20 ottobre, il Muse diventerà infatti un grande palco per ospiti di rilievo internazionale. Spazio dunque a conferenze, spettacoli, talk show, ma anche laboratori per grandi e piccini e attrazioni spettacolari.

 

 

 

 

Venerdì sera l'evento inaugurale. Il celebre neurobiologo vegetale Stefano Mancuso spiegherà come le piante possono aiutarci a salvare la terra e, quindi, l'umanità che la abita. Spazio anche alla squadra di pallavolo femminile Delta Informatica Trentino che racconterà "Il tempo nello sport".

 

Oltre 100 ospiti: fisici, astronauti, filosofi, ecologi e altri protagonisti del mondo dell'innovazione tecnologica dei laboratori e dei centri d'eccellenza della ricerca scientifica. 

 

Gli astronauti Umberto Guidoni e Maurizio Cheli daranno uno sguardo all'insù, raccontando lo spazio e le sue nuove frontiere, ma non dimenticheranno di dare uno sguardo anche all'ingiù, verso il nostro pianeta.

 

Il Muse avrà anche l'onore di ospitare il premio Nobel Riccardo Valenti, autore di uno degli studi più influenti al mondo sui cambiamenti climatici. Il fisico del Cern Guido Tonelli accompagnerà il pubblico nella "quarta dimensione" e il professore Roberto Battiston proverà a raccontare cos'è il tempo, e lo farà facendosi aiutare da Einstein. 

 

Perché, quando siamo felici, il tempo passa velocemente, proverà a spiegarcelo Paolo Legrenzi, pioniere italiano della psicologia del pensiero. Massimo Picozzi, criminologo, parlerà dell'ora del delitto, mentre il filosofo Telmo Pievani di quanto ci abbiamo messo per diventare ciò che siamo. Giorgio Vallortigara, invece, porterà gli ascoltatori nel cervello degli animali per vedere il tempo con i loro occhi. 

 

Tra gli ospiti anche lo youtuber e divulgatore scientifico Adrian Fartade, che chiacchiererà di luna a cinquant'anni esatti dallo sbarco. Nicola Brienza, nuovo coach dell'Aquila Basket, racconterà come, anche (e, forse, soprattutto) nello sport, sia fondamentale il tempo. 

 

3 giorni, 70 speaker, oltre 60 incontri, dibattiti e spettacoli, 10 installazioni e 11 laboratori interattivi: questi i numeri di quello che si preannuncia un appuntamento irrinunciabile. Si discuterà di tempo, per tutto il tempo. Il tempo in tutte le sue accezioni, ma non solo. Spazio anche ad astronomia, musica, intelligenza artificiale, robot e tanto altro. Una grande festa della scienza, insomma, aperta a tutti.

 

Non vi resta quindi che sincronizzare le lancette, e prendervi del tempo. Sarà, sicuramente, ben speso. 

 

Biglietti e programma completo sul sito di Focus (QUI SITO).

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 novembre - 19:43

La miccia si accende per il post su Facebook di un allevatore del perginese. Da lì le risposte piccate dei sindaci di Frassilongo e Pergine con quest'ultimo che rimuove tutto. A far da paciere il primo cittadino di Palù, che però si toglie qualche sassolino

11 novembre - 19:37

Il partito secessionista ha celebrato l'anniversario dell'arrivo delle truppe italiane al Brennero apponendo sul cippo di confine un sacco con una scritta rivendicativa. "Il Brennero è e resterà un confine ingiusto che ha diviso il Tirolo, incatenando i sudtirolesi a uno stato straniero, al quale non volevano appartenere". Non è la prima volta che il confine italo-austriaco finisce al centro delle iniziative della Südtiroler Freiheit

11 novembre - 13:46

Il blocco di una corsa avvenuto settimana scorsa nei pressi di Mezzana aveva spinto la consigliera Lucia Coppola a depositare un'interrogazione per comprendere le motivazioni e gli eventuali problemi di manutenzione. Questioni che da Trentino Trasporti vengono considerate però imprevedibili e dovute a condizioni meteorologiche eccezionali 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato